Lisa Pathfinder: primo passo per ascoltare il suono dell’universo

credit: ©ESA

Presentato alla stampa internazionale il satellite che sarà lanciato nello spazio a fine novembre dalla base spaziale di Kourou nella Guinea francese. Cuore della missione spaziale dell’ESA, LISA Pathfinder, i sensori inerziali progettati dal Gruppo di Gravitazione Sperimentale (Dipartimento di Fisica) dell’Università di Trento. L’obiettivo: guardare il nostro universo da una prospettiva completamente nuova, aprendo la strada a un nuovo tipo di astronomia, l’astronomia gravitazionale. Il principal investigator della missione, Stefano Vitale dell’Università di Trento: «Le onde gravitazionali sono il messaggero ideale per osservare l’Universo»