La ricetta di Siemens Italia per le città intelligenti

Al convegno di Piacenza sulla costruzione di un modello smart city per le città medie

 

COMUNICATO STAMPA – Milano, Piacenza, 20 aprile 2012 – Energia, mobilità ed edifici sono tre delle principali leve su cui intervenire per la sostenibilità di una città. E’ questa – in estrema sintesi – la ricetta di Siemens per lo sviluppo delle città intelligenti, presentata oggi al convegno di Piacenza sulla costruzione di un modello Smart City, organizzato dalla Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile e dal Comune di Piacenza con il contributo di Tecnoborgo

 

“Guardando al primo elemento dell’equazione, l’energia, è indispensabile promuovere un sistema di distribuzione di nuova gestione e concezione”, spiega Enzo Calabrese, Head of Cities Account Management di Siemens Italia.

Le smart grid giocheranno un ruolo chiave nelle città di domani perché le fonti rinnovabili di energia sollecitano sempre più le reti di distribuzione elettrica. Le reti intelligenti sono decentrate e la potenza da esse erogata alla rete è fortemente oscillante, per questo è una vera sfida realizzare una loro agevole integrazione. “Noi stiamo sviluppando applicazioni in grado di farlo. Ossia soluzioni di reti intelligenti che consentono migliori comunicazioni tra i generatori di energia elettrica e gli utenti. In questo modo si migliora la gestione delle risorse della rete di distribuzione, così da garantire una maggiore stabilità di rete e sicurezza di approvvigionamento” continua Calabrese.

 

“Sul fronte della mobilità, bisogna puntare su sistemi complessi di gestione del traffico in cui le informazioni possano essere scaricate dai passeggeri in tempo reale e da più fonti, fino ad arrivare ai sistemi di ricarica intelligente dei veicoli elettrici. Pensiamo infine al sistema automatizzato di gestione degli edifici. Potremmo risparmiare il 40% dei consumi energetici mondiali, se tutti gli edifici fossero equipaggiati con le tecnologie più avanzate in questo campo”.

 

Le soluzioni per le Smart Cities fanno parte del portfolio ambientale di Siemens. Nell’anno fiscale 2011, il fatturato derivante da tale Portfolio ha registrato un totale di circa 30 miliardi di Euro, attestando Siemens quale primo fornitore al mondo di tecnologie ecofriendly. Nello stesso periodo, i prodotti e soluzioni hanno permesso ai clienti di ridurre le proprie emissioni di gas serra di quasi 320 milioni di tonnellate, una cifra pari al totale delle emissioni di CO2 prodotte ogni anno da Berlino, Delhi, Hong Kong, Istanbul, Londra, New York, Singapore e Tokyo.

 

# # #

 

Siemens rappresenta una delle più importanti multinazionali al mondo che opera nei settori dell’industria, dell’energia e della sanità fornendo, inoltre, soluzioni all’avanguardia per le infrastrutture delle città e delle aree metropolitane. Distinguendosi da oltre 160 anni per innovazione, qualità, affidabilità, eccellenza tecnologica e internazionalità, Siemens è il più importante fornitore a livello globale di tecnologie ecosostenibili, grazie alle quali ha generato il 40% del proprio fatturato totale. Con circa 360.000 collaboratori, l’azienda ha chiuso il 30 settembre l’esercizio fiscale 2010/2011 con un fatturato di 73,5 miliardi di Euro e un utile netto di 7 miliardi di Euro. In Italia, Siemens, che conta su oltre 4.800 collaboratori, ha chiuso l’esercizio 2010/2011 con fatturato e ordini a 2,5 miliardi di Euro. Tra le maggiori realtà industriali attive nel nostro Paese, Siemens possiede stabilimenti produttivi e centri di competenza e ricerca & sviluppo di eccellenza mondiale.

www.siemens.it

 

Per ulteriori informazioni:

Business Press

Silvia Sala, Cristiana Rovelli

siemens@bpress.it

tel + 39.02.72585.1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *