1912-2012, 100 anni di Miglior Visione Zeiss: MID e Duravision Platinum, due nuove tecnologie a disposizione dei nostri occhi

CARTELLA STAMPA – Milano, 12 marzo 2012 – Carl Zeiss celebra il centesimo anniversario della prima lente di precisione ZEISS presentando, in occasione di MIDO 2012, MID e DuraVision Platinum, due nuove tecnologie per la salute degli occhi sul luogo di lavoro e per lenti ultraresistenti e i risultati di un’indagine internazionale sul tema del benessere visivo.

 

Relatori:

  • Dott.Paolo Azzini
  • Dott.ssa Roberta Celin
  • Dott. Fabio Vicentini

 
SOMMARIO
1. MID e Duravision: due nuove tecnologie a disposizione dei nostri occhi
2. Comunicato Stampa – Nasce MID, la nuova tecnologia Zeiss per il benessere degli occhi “che lavorano”
3. Comunicato Stampa – Duravision Platinum, le nuove lenti Zeiss per occhiali più resistenti che mai
4. La storia Zeiss Vision: una storia di eccellenza, tecnologia e passione
5. Occhio agli italiani: il 61% non si prende cura in modo adeguato della propria vista – I risultati del sondaggio “Brille”, condotto dall’istituto YouGov con il contributo incondizionato di Carl Zeiss
6. Tecnologie Zeiss: I.scription® e PhotoFusion®

 

 

MID e Duravision Platinum: due nuove tecnologie a disposizione dei nostri occhi

Carl Zeiss Vision celebra il centesimo anniversario di Punktal, la prima lente di precisione, con il lancio di due nuove tecnologie che migliorano la nostra vita quotidiana

 

L’occhio è il nostro organo di senso più importante e la vista rappresenta il 90 per cento della nostra esperienza sensoriale, è la nostra finestra sul mondo, ci permette di vedere, percepire e distinguere i colori, i contrasti, la luce e l’oscurità, sia da vicino che da lontano. Quando si tratta di vedere, ovvero di percepire senza limitazioni l’ambiente che ci circonda, si tratta anche di migliorare la qualità individuale della vita. Un compito di grande responsabilità, che richiede precisione e rigore: un compito a cui Carl Zeiss si dedica quotidianamente da 100 anni.
Nel corso della conferenza stampa “1912-2012, 100 anni di Miglior Visione Zeiss: MID e Duravision, due nuove tecnologie a disposizione dei nostri occhi” Carl Zeiss Vision presenta due nuovi trattamenti per garantire un benessere ottimale degli occhi sul luogo di lavoro e per ottenere lenti ultraresistenti all’usura e allo sporco: si tratta rispettivamente di MID e di Duravision Platinum, due nuove pietre miliari nella storia di Carl Zeiss Vision e due nuovi importanti traguardi per permettere ad un numero sempre maggiore di persone di vedere al massimo delle proprie possibilità. La tecnologia Duravision Platinum, inoltre, può essere applicata alle lenti avvolgenti sportive con un grande vantaggio per tutti coloro che praticano sport.
“MID e DuraVision sono due tecnologie innovative che migliorano in modo significativo l’esperienza visiva degli ametropi – afferma il Dott. Paolo Azzini, Amministratore Delegato Carl Zeiss Vision Italia – Questi due nuovi trattamenti, specifici per il benessere sul luogo di lavoro e per aumentare la resistenza delle lenti, semplificano la vita quotidiana dei portatori di occhiali – continua Paolo Azzini – Abbiamo l’ambizione di essere creatori d’eccellenza e per questo lavoriamo ogni giorno per raggiungere i massimi livelli in termini di innovazione e tecnologia e per permettere ai pazienti di ottenere la migliore esperienza visiva possibile” – conclude Azzini.

 

 

Nasce MID, la nuova tecnologia Zeiss per il benessere degli occhi “che lavorano”
Carl Zeiss Vision celebra il centesimo anniversario delle lenti di precisione con il lancio di una nuova tecnologia che migliora il benessere degli occhi sul luogo di lavoro

COMUNICATO STAMPA – Milano, 12 marzo 2012 – 19 milioni di italiani considerano la propria capacità visiva quando lavorano al PC “discreta” o ‘meno che soddisfacente’. Questo è quello che emerge da un’indagine demoscopica recentemente realizzata dall’Istituto YouGov1 con il contributo incondizionato di Carl Zeiss Vision. Eppure basterebbe poco per vedere meglio nel proprio luogo di lavoro. Come? Indossando delle lenti che si adattino perfettamente all’ambiente lavorativo circostante. Carl Zeiss Vision, leader nel settore dell’ottica e optoelettronica, celebra il centesimo anniversario della prima lente di precisione con il lancio della tecnologia M.I.D. (Maximum Intermediate Distance), che adatta perfettamente le lenti all’ambiente lavorativo, assicurando a chi le indossa un benessere e un comfort mai raggiunti prima.
La tecnologia M.I.D. ”al lavoro”!
Vedere bene da vicino e nelle distanze intermedie è importante, soprattutto al lavoro: la nuova proposta di lenti per ufficio Carl Zeiss Vision è studiata per regalare la migliore esperienza visiva possibile. Per garantire una visione nitida e rilassata all’interno del campo visivo a breve e medio raggio occorre, prima di tutto, determinare la distanza intermedia massima necessaria, procedura che si basa sugli oggetti vicini e a distanza intermedia che cadono nel campo visivo dei portatori di occhiali. La tecnologia su cui si basa questo metodo si chiama M.I.D. (“Maximum Intermediate Distance”) ed offre il miglior comfort di cui oggi hanno bisogno coloro che usano gli occhiali per lavoro.

Una soluzione, tre opzioni
Spesso, quando si lavora, l‘unico modo per vedere nitidamente gli oggetti a varie distanze è quello di assumere con la testa o con il corpo posizioni innaturali e scomode. Questo tipo di compensazione attuata con il corpo permette di tamponare il problema in un primo momento ma, a lungo termine, può anche provocare affaticamento degli occhi, cefalee, mal di collo e/o mal di schiena.
Per garantire una visione nitida e rilassata nel campo visivo a breve e medio raggio, cioè tipicamente quello lavorativo, occorre prima di tutto determinare la distanza intermedia massima necessaria. La tecnologia MID offre tre opzioni differenti, “Vicino“, “Stanza“ e “Personale” che differiscono per il loro campo visivo massimo e la loro forma:

– “Vicino” è l’opzione che mette a fuoco il campo visivo fino a tre metri. È perfetta per tutti coloro che leggono molto e vogliono vedere nitidamente gli oggetti vicini, come lo schermo di un computer;
– “Stanza” è l’opzione pensata per offrire una visione perfetta per un campo visivo fino a quattro metri. È ideale per coloro che lavorano molte ore al pc o che effettuano presentazioni;
– “Personale” è l’opzione che, oltre all‘adattamento basato sui parametri personali, come la corretta posizione degli occhiali davanti agli occhi, può adeguare gli occhiali alle esigenze del paziente. Il campo visivo è personalizzato e può essere impostato tra la distanza personale di lettura e quattro metri. Così una M.I.D. personale di 3.50 m non è un problema con le lenti per occhiali “Personale”. Combinata con altri parametri visivi personalizzati, come la forma e la grandezza della montatura o il modo in cui gli occhiali  vengono portati, dona ai portatori una visione rilassata e nitida fino a 3.50 m di distanza anche per molte ore consecutive.
Ogni epoca ha le proprie esigenze: cento anni fa Carl Zeiss ha rivoluzionato il mercato con la sua prima lente di precisione per occhiali, rendendo possibile una visione senza distorsioni in un campo visivo ampio. Da allora Carl Zeiss Vision continua a lavorare per garantire che le persone in tutto il mondo possano vedere al massimo delle loro possibilità.

 

 

DuraVision™ Platinum, le nuove lenti Zeiss per occhiali più resistenti che mai
Carl Zeiss Vision celebra il centesimo anniversario delle lenti di precisione con il lancio di un nuovo trattamento per ottenere lenti ultraresistenti

COMUNICATO STAMPA – Milano, 12 marzo 2012 – Solo il 18% degli italiani pensa che le lenti degli occhiali che indossa siano resistenti all’usura, un dato significativo che emerge da una ricerca internazionale recentemente realizzata dall’istituto YouGov con il contributo incondizionato di Carl Zeiss Vision. In occasione della celebrazione del centesimo anniversario della prima lente di precisione Zeiss, Carl Zeiss Vision presenta DuraVision™ Platinum, un nuovo trattamento per ottenere lenti dure e ultraresistenti: un diamante è per sempre recita un famoso spot, ma da oggi con la tecnologia DuraVision Platinum Zeiss anche gli occhiali da vista potranno durare più a lungo.
Una tecnologia innovativa
DuraVision™ Platinum è frutto di una nuova tecnologia sviluppata da Carl Zeiss Vision che consente agli strati che compongono la lente di aderire con precisione l’uno sull’altro, rendendo le lenti più resistenti agli agenti nocivi esterni. Alcuni test dimostrano che DuraVision™ Platinum può resistere a quasi 100 micronewton in più rispetto al modello precedente e dopo 600 cicli di pulizia con 4kg di pressione le lenti trattate non mostrano segni evidenti di usura.
Questo rende le nuove lenti ZEISS con trattamento DuraVision™ Platinum estremamente durature: una resistenza che permetterà di usufruire dei propri occhiali per parecchio tempo con un indubbio vantaggio, anche economico, per gli utilizzatori.
Lenti con tecnologia DuraVision Platinum Zeiss: pulizia perfetta
La pulizia delle lenti fa parte della routine quotidiana di tutti i portatori di occhiali, ma non per chi indossa lenti con tecnologia ZEISS DuraVision™ Platinum. Il trattamento antistatico brevettato ZEISS DuraVision™ Platinum, infatti, previene la formazione di cariche elettrostatiche sulle lenti durante lo strofinio. Risultato: le lenti rimangono pulite e prive di fastidiose particelle di polvere più a lungo. Ma non è tutto: la superficie oleofobica, lipofobica e idrofobica ideata da Carl Zeiss Vision permette anche di contrastare sporco o macchie (come ad esempio le impronte digitali). Una nuova tecnologia per lenti non solo ultradure, ma anche resistenti allo sporco e facili da pulire, un chiaro vantaggio per tutti gli utilizzatori.

 

 

La storia Carl Zeiss Vision: una storia di eccellenza, tecnologia e passione
1912-2012: 100 anni di Miglior Visione Zeiss

Esattamente un secolo fa Zeiss ha rivoluzionato il mondo dell’ottica con la prima lente di precisione, Punktal, e ha definito nuovi standard qualitativi che si sono affermati nel tempo e sono validi ancora oggi. All’inizio del XX secolo, il campo visivo dei portatori di occhiali era ristretto. Le lenti presentavano delle sfocature verso i bordi e chi indossava gli occhiali riusciva a vedere chiaramente solo guardando diritto davanti a sé attraverso la parte centrale della lente: aveva, insomma, la sensazione di una “visione a tunnel”.
Le ragioni di questa restrizione del campo visivo sono da ricercarsi nella natura delle lenti: fino ad allora, i calcoli matematici necessari per la messa a fuoco sull’intera superficie della lente erano ancora sconosciuti. Ma Allvard Gullstrand, collaboratore di Carl Zeiss (oltre che medico svedese insignito del premio nobel per la medicina nel 1911) e il matematico Moritz von Rohr hanno dato una svolta all’industria ottica oftalmica e alla qualità di vita dei portatori di occhiali grazie all’invenzione di Punktal, la prima lente di precisione con immagine focale puntuale. Punktal non solo ha relegato al passato la cosiddetta “visione a tunnel”, ma ha totalmente cambiato la percezione visiva rispetto alle lenti tradizionali, dando vita al cosiddetto “sguardo obliquo”, in cui l’occhio riesce a vedere in modo ottimale da destra  verso sinistra attraverso una lente oftalmica. Punktal ha permesso, inoltre, di inserire le lenti su montature più grandi: fino a quel momento, infatti, gli ottici avevano cercato di mantenere ristretta la parte sfocata e questo incideva naturalmente sulla dimensione della lente, che doveva essere ridotta. La visione nitida attraverso l’intera lente ha reso possibile la fabbricazione di occhiali con montature più grandi e ha posto le basi per lo sviluppo di un’esperienza visiva sempre migliore.
Dal lancio della sua prima lente di precisione, il gruppo Carl Zeiss ha fatto molta strada. Dal 1846, anno della sua fondazione, l’azienda è progressivamente cresciuta divenendo oggi leader nella progettazione, produzione e commercializzazione di una vasta gamma di prodotti ottici, elettronici e di meccanica fine oltre ad offrire soluzioni innovative nell’ambito degli strumenti medicali e di ricerca, nell’ambito industriale, nel settore oculistico e accessori di tendenza.
Le parole chiave da sempre legate al mondo Carl Zeiss sono:
Eccellenza, perseguita con grande competenza e forza innovativa in qualsiasi momento, dalla progettazione allo sviluppo, dalla produzione al controllo finale.
Precisione: fattore onnipresente in tutte le innovazioni introdotte nella lunga storia aziendale. E’ dal 1912, quando fu introdotta Punktal, che Carl Zeiss Vision sfida ogni giorno i limiti dell’immaginazione per dare vita a prodotti d’avanguardia e la massima precisione ottica.
Tecnologia: Carl Zeiss ha da sempre garantito prodotti e servizi ottici di eccellenza affidandosi a tecnologie all’avanguardia e a controlli di qualità, ben oltre gli standard imposti. Tra le ultime tecnologie proposte, degne di nota sono i.Scription con lo strumento i.Profiler e Photofusion per il trattamento fotocromatico.
Ricerca e innovazione: la sua storia è viva testimonianza dell’impegno e della ricerca che l’azienda ha sempre dedicato allo sviluppo di prodotti innovativi e sempre più performanti, per offrire una migliore qualità visiva.

 

 

 

Occhio agli italiani: il 61% non si prende cura in modo adeguato della propria vista
Una recente indagine internazionale condotta dall’istituto di ricerche YouGov, con il contributo incondizionato del Gruppo Carl Zeiss, mostra uno scenario inatteso. Gli italiani non si occupano in modo adeguato del proprio benessere visivo, con alcuni rischi per la salute degli occhi


COMUNICATO STAMPA – Milano, 12 marzo 2012 – Il 61% degli italiani, pari a circa 37 milioni di persone, non si prende cura in modo
adeguato della propria vista. Infatti, alla domanda “Con che frequenza si sottopone al test della vista?” il 33% risponde ogni 2 anni, l’8% ogni 3 anni e il 21% non regolarmente. Solo il 39% degli italiani, cioè poco meno di 24 milioni di persone, dichiara di sottoporsi al test della vista ogni anno. Sono questi alcuni dati che emergono da un’indagine internazionale condotta dall’istituto di ricerche YouGov3 in cinque paesi (Italia, Germania, USA, Brasile e Cina) con il contributo incondizionato del Gruppo Carl Zeiss, leader mondiale nel settore ottico e optoelettronico, in occasione del suo centesimo anniversario “100 anni di lenti di precisione ZEISS: 100 anni di miglior visione”.
L’indagine è stata condotta nel Novembre scorso su un campione di 1005 individui: 492 uomini e 513 donne (di cui l’81% indossa ausili di correzione visiva e il 19% non necessita di correzione visiva) con un’età compresa tra i 18 e 55+ e distribuiti su tutto il territorio nazionale.
Sempre in tema di controllo della vista, dalla ricerca emerge che il 52% degli italiani si sono sottoposti ad un test visivo nel corso degli ultimi 12 mesi mentre la percentuale di chi dichiara di aver fatto il test visivo – in un periodo di tempo che va da più di 1 anno fa a più di 3 anni fa – equivale al 47%. Ma c’è anche chi sostiene di non essersi mai sottoposto al test e parliamo di quasi 1.200.000 intervistati (2%).
Indagando circa la percezione della propria capacità visiva in diversi ambiti, la ricerca ha rilevato alcuni aspetti molto interessanti: il 34% degli intervistati dichiara di avere problemi nella lettura, il 22% durante la guida e nel prestare attenzione ai segnali stradali e il 31% a concentrarsi sui dettagli in lontananza. Inoltre il 43% sostiene di avere difficoltà quando cambiano le condizioni di luce, come ad esempio nello spostarsi da un ambiente esterno all’interno e viceversa e il 32% mentre lavora in ufficio e/o davanti allo schermo del PC.
Il test della vista, uno strumento fondamentale
La vista rappresenta il 90% della nostra esperienza sensoriale, ma l’acuità visiva può variare in modo significativo nel corso degli anni, così come le esigenze degli occhi di ogni singolo individuo. Solo grazie al test della vista è possibile determinare se una persona sta sfruttando interamente le proprie capacità visive e, in caso contrario, come porre rimedio. La Commissione Difesa Vista4 raccomanda di eseguire un test visivo ogni anno per valutare la salute dei propri occhi. Sottoporsi annualmente ad un controllo è quindi una condizione fondamentale per determinare se si vede correttamente.
La questione però rimane: perché più della metà degli italiani non esegue annualmente il test della vista? Le risposte, fornite dalla ricerca, sono molteplici e vanno da “Se sapessi che devo controllare la mia vista una volta all’anno” che viene data dal 74% degli intervistati (oltre 45 milioni di persone) a “Se qualcuno me lo ricordasse” a cui fa riferimento il 45% degli intervistati (oltre 27 milioni). C’è poi chi concorda con la risposta “Se sapessi che la mia visione potrebbe migliorare” e parliamo dell’85% degli intervistati (quasi 52 milioni di italiani).
Carl Zeiss Vision, gli occhi sul mondo del Gruppo Zeiss
Il Gruppo Carl Zeiss riunisce 6 divisioni nell’ambito ottico, optoelettronico e medicale: tra queste, la Divisione Vision Care, la cui offerta è rappresentata da un portfolio completo di soluzioni per la cura della visione, come lenti oftalmiche, lenti a contatto, ausili visivi e strumenti per la misurazione ottica. Carl Zeiss Vision produce lenti di precisione, servendosi di tecnologie innovative e brevettate, per soddisfare le sigenze individuali di ogni singolo consumatore finale. Le parole chiave da sempre legate al mondo Carl Zeiss sono: Eccellenza, perseguita con grande competenza, dalla progettazione al controllo finale; Precisione, onnipresente in tutte le innovazioni introdotte nella lunga storia aziendale; Tecnologia, prodotti e servizi ottici di eccellenza che si basano su
tecnologie all’avanguardia e a controlli di qualità, ben oltre gli standard imposti; Ricerca e innovazione per lo sviluppo di
prodotti innovativi e sempre più performanti, con l’obiettivo di offrire una migliore qualità visiva.
Carl Zeiss
Il gruppo Carl Zeiss è leader mondiale nel settore ottico e optoelettronico. Nell’anno fiscale 2010-11, il suo staff di 24.000 persone ha generato ricavi per 4.237 miliardi di euro. Il gruppo contribuisce al progresso tecnologico globale da oltre 160 anni, attraverso la propria attività nei seguenti mercati: Soluzioni industriali, Soluzioni per la ricerca, Tecnologia medica e Ottica di consumo. Con soluzioni e tecnologie innovative, Carl Zeiss è la forza trainante del successo nei settori tecnologia dei semiconduttori, tecnologia di misurazione industriale, microscopica, tecnologia medicale, ottica e marchi Vision. Carl Zeiss AG è totalmente di proprietà della Carl Zeiss Foundation.
Carl Zeiss Vision
Carl Zeiss Vision, divisione oftalmica di Carl Zeiss, sviluppa e produce strumenti tecnologici eccezionali, offrendo soluzioni per l’intera catena di creazione del valore nel campo dell’ottica. La storia del suo successo inizia il 1° aprile 1912 quando Carl Zeiss, che era stata fondata nel 1846, produce PUNKTAL, la prima lente di precisione per occhiali che ha rivoluzionato il mercato: una pietra miliare nel panorama oftalmico mondiale. Nel 2012 la società celebra 100 anni di produzione di lenti di precisione: 100 anni di lavoro per una “migliore visione”. La divisione ha uno staff di oltre 9.900 persone in 50 paesi ed è uno dei fornitori di punta a livello mondiale di lenti per occhiali. Nell’anno fiscale 2010-11 ha generato ricavi per 849 milioni euro.
Per maggiori informazioni: www.vision.zeiss.it/

 

Per informazioni:
Ufficio stampa Ketchum PR
Silvana Visentini, tel. 02 624119.18 e 348 8526212, mail silvana.visentini@ketchum.it
Valeria Ridenti, tel. 02 624119.63, mail valeria.ridenti@ketchum.it
Bruna Malerba, tel. 02 624119.71, mail bruna.malerba@ketchum.it

 

 

Tecnologie Zeiss: I.scription® e PhotoFusion®

Le tecnologie ZEISS: I.scription®, un’esperienza visiva unica e PhotoFusion®, una nuova generazione di lenti a scurimento automatico per ogni occasione Ogni occhio è unico come un’impronta digitale e la tecnologia brevettata i.Scripton®, per la prima volta, tiene conto di questa individualità. i.Scription® è il metodo studiato per l’ottimizzazione delle lenti oftalmiche ZEISS, in
grado di offrire all’utilizzatore un’esperienza visiva unica e una visione eccellente in qualsiasi momento della giornata, soprattutto di notte e al crepuscolo, in presenza di scarsa luce naturale, o di riflessi causati da luce artificiale. La tecnologia i.Scription® permette di ottenere una visione più nitida, contrasti delle immagini più netti e colori più brillanti. Una lente con tecnologia i.Scription® prende vita grazie ad i.Profiler®, uno strumento di analisi visiva ad alta precisione che analizza l’occhio ed elabora una mappa oculare molto dettagliata. La tecnologia i.Scription® è applicabile alle sole lenti ZEISS, sia monofocali sia progressive. Tra l’ampia gamma di lenti ZEISS con tecnologia I.scription® spicca la Lente Progressiva Individual 2 (versione aggiornata di Gradal Individual® EyeFit): le lenti progressive individuali, paragonabili ad un perfetto abito creato su misura in cui ogni singolo punto della superficie è progettato per offrire il massimo campo visivo possibile.

PhotoFusion® è la tecnologia sviluppata da Carl Zeiss Vision che permette di ottenere lenti a scurimento automatico che reagiscono con maggiore efficacia alla luce, scurendosi con una rapidità fino al 20% superiore rispetto alle lenti fotocromatiche tradizionali e schiarendosi in metà tempo. Le lenti PhotoFusion®, infatti, reagiscono più velocemente che mai alla variazione delle condizioni di luce: si scuriscono in soli 15/30 secondi e tornano chiare in 5/10 minuti (dato medio). Risultano particolarmente chiare in ambienti interni (92% di trasparenza con trattamento antiriflesso) e diventano molto scure alla luce del sole (11% di trasparenza con trattamento antiriflesso). Le lenti offrono il 100% di protezione ai raggi UV fino a 400 nm e un’eccellente stabilità cromatica per una visione naturale. Mantengono inoltre la loro capacità di scurimento automatico a lungo. Le lenti PhotoFusion® sono di grande praticità e rendono la vita decisamente più semplice per chi porta gli occhiali e passa da una condizione di luminosità all’altra: in pausa pranzo, durante le attività all’aperto, durante una passeggiata o in vacanza sulla spiaggia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *