C’è il fotovoltaico, la Tasi non si paga: l’esempio del comune di San Lorenzo Bellizzi e di altri centri virtuosi

E’ il caso del piccolo comune calabrese di San Lorenzo Bellizzi, poco meno di 700 abitanti, che non pagano la tasi grazie alle scelte lungimiranti del sindaco Antonio Cersosimo fatte alcuni anni addietro. Precisamente due anni fa, l’amministrazione ha dapprima acquisito a titolo gratuito alcuni lotti agricoli nei comuni vicini come Corigliano Calabro; Cassano allo Ionio e Francavilla Marittima. Successivamente ha installato tre impianti da 13 MW su serra e grazie agli incentivi del Conto Energia si è assicurato un’entrata pari a circa 90 mila euro all’anno per i prossimi 25 anni.fotovoltaico

In Italia possiamo vantare pochi esempi di questo tipo ma andando a curiosare all’esterno vediamo come le fonti rinnovabili sia molto più che uno stile di vita ma una vera e propria fonte di risparmio. 90 km a sud di Berlino troviamo Feldheim, piccolo abitato intermaente alimentato dalle fonti rinnovabili elettriche. Il suo caso però passa in secondo piano analizzando Wildpoldsried, il paese più ecologico del mondo, con il 500% del proprio fabbisogno di energia elettrica prodotto dalle fonti rinnovabili installate sui tetti delle case passive in legno realizzate negli ultimi anni. L’energia prodotta è talmente in disavanzo rispetto a quella che necessiterebbe tanto da ricavare un notevole guadagno dalla vendita della stessa all’esterno. Il piccolo villaggio superecologico grantisce un rimborso pari a 15€/mq per chi realizza case passive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *