La vegetazione terrestre è diventata più verde, lo dicono gli scienziati

Si tratta di uno studio di Nature climate Change, dal quale risulta che negli ultimi 30 anni la vegetazione terrestre è aumentata di almeno 36 milioni di km quadrati.

I cambiamenti maggiori sono stati rilevati in Europa, Africa centrale, Sud-est asiatico, Amazzonia settentrionale e Nord America sudorientale. Tutto ciò è stato possibile grazie all’aumento della CO2. Ma quella che apparentemente potrebbe sembrare una buona notizia in realtà non lo è se si considerano gli effetti dell’aumento della CO2, ben più rilevanti rispetto ai benefici prodotti dall’aumento di vegetazione. Secondo gli scienziati dell’Università di Southampton l’effetto dell’aumento della CO2 comporta

Comunque cambiamenti climatici che possono diventare sempre più importanti come aumento della temperatura, innalzamento del livello del mare, scioglimento dei ghiacciai, condizioni meteo estreme e l’acidificazione degli oceani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *