Fotovoltaico: blocco degli incentivi per chi non adegua il proprio impianto entro aprile 2015

La notizia riguarda esclusivamente i possessori di impianti fotovoltaici di potenza superiroe a 6 kWp allacciati prima del 31/03/2012. Ciò deriva dalla delibera AEEG (Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas) n. 243/13 che obbliga i proprietari di impianti fotovoltaici ad uniformare alcuni dispositivi a specifiche prescrizioni contenute nell’Allegato A70 al codice di rete Terna.

Gli impianti che dovranno essere adeguati sono i seguenti:

  1. Impianti fotovoltaici con potenza nominale superiore ai 20 kWp connessi alla rete di bassa tensione prima del 31/03/2012 (da adeguare entro il 30/06/2014)
  2. Impianti fotovoltaici con potenza nominale inferiore ai 50 kWp connessi alla rete di media  tensione prima del 31/03/2012 (da adeguare entro il 30/06/2014)
  3. Impianti fotovoltaici con potenza nominale tra i 6 e i 20 kWp connessi alla rete di bassa tensione prima del 31/03/2012 (da adeguare entro il 30/04/2015)

La delibera, pubblicata il 6 giugno 2013 stabilisce regole e scadenze, al fine di rendere compatibili alle nuove normative gli impianti fotovoltaici garantendo una maggiore sicurezza per l’impianto stesso e per la rete nazionale. Gli impianti allacciati dopo giugno 2012 sono già conformi alle nuove disposizioni, essendo costituite da inverter già in regola con le nuove normative.

In particolare, per gli impianti soggetti ad adeguamento,bisognerà regolare le protezioni di interfaccia sia esterne (qualora presenti) che interne agli inverter. Sarà necessario compilare un nuovo regolamento di esercizio, accompagnato da una asseverazione di un tecnico abilitato o di un responsabile tecnico di un impresa abilitata ed una nuova taratura dell’inverter e del dispositivo di interfaccia esterno.

In caso di mancato adeguamento alle nuove disposizioni verranno sospesi gli incentivi e le altre agevolazioni come lo scambio sul posto ed il ritiro dedicato.

rinnovabili

1 comment for “Fotovoltaico: blocco degli incentivi per chi non adegua il proprio impianto entro aprile 2015

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *