Ricerca italiana: scoperto metodo biotecnologico per produrre energia pulita dalla CO2 e dai materiali di scarto

Il team artefice della scoperta è quello dell’Istituto di chimica biomolecolare del Consiglio nazionale delle ricerche (Icb-Cnr) di Pozzuoli, guidato da Angelo Fontana.

Il metodo super tecnologico consiste nel catturare l’anidride carbonica e, grazie alla sintesi dell’idrogeno da fermentazione di materiali organici di scarti, consente di generare energia senza vere costi per l’ambiente che ci circonda, ma anzi smaltendo magari material arrivati alla fine del loro ciclo di vita. Lo studio è stato pubblicato sull’International Journal of Hydrogen Energy e consente così la produzione di energia rinnovabile e sostenibile.

Il metodo utilizzato per produrre biogas, denominato Clf, Capnophilic Lactic Fermentation, sfrutta un batterio estremofilo, la Thermotoga neapolitana, il quale si comporta come un micro reattore riuscendo così a generare idrogeno da semplici substrati organici tramite fermentazione.

Lo studio è stato brevettato e sarà oggetto di test mirati e approfonditi per valutarne  una eventuale applicazione a livello industriale.

 www_ecologismo_com_wp-content_uploads_2010_08_medio-ambiente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *