Sabato 10 maggio al via il“LET’S CLEAN UP EUROPE!”

Roma, 8 maggio – Sabato 10 maggio si terrà il primo European Clean Up Day (ECUD), accompagnato dalla campagna Let’s Clean up Europe lanciata dalla Commissione Europea e, in particolare, dal Commissario Europeo all’Ambiente Janez Potočnik (www.ewwr.eu/lets-clean-up-europe). Si tratta di un’iniziativa di lotta contro il littering e l’abbandono di rifiuti, la cui azione principale consiste proprio nell’organizzazione del primo European Clean Up Day, giornata di pulizia del territorio e recupero dei rifiuti abbandonati che il 10 maggio si svolgerà contemporaneamente in tutta Europa (con possibili estensioni fino al 17).

L’iniziativa, alla prima edizione assoluta, ha l’adesione di 28 Stati, inclusi alcuni Paesi extra europei. L’Italia aderisce con il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e con il Comitato promotore nazionale della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, di cui fanno parte lo stesso Ministero, Federambiente, Provincia di Roma, Provincia di Torino, R21 Network, Legambiente con la segreteria organizzativa di AICA (Associazione Internazionale per la Comunicazione Ambientale) e l’UNESCO come invitato permanente.
La campagna Let’s Clean Up Europe in Italia si è basata su una “call to action” per l’organizzazione di azioni di raccolta e pulizia straordinaria di porzioni di territorio, tra il 10 e il 17 maggio, sull’intero territorio nazionale, coinvolgendo attivamente i cittadini. La risposta, come sempre, è stata importante: saranno 137 le azioni di pulizia che si svolgeranno in tutta Italia.

Il Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Gian Luca Galletti, data l’importanza del messaggio legato alla lotta all’abbandono dei rifiuti -che troppo spesso deturpano anche i luoghi più belli del nostro Paese, con conseguenze non solo estetiche, ma anche di pericolosità- parteciperà attivamente a un’iniziativa a Bologna, in piazza XX Settembre, a partire dalle 9. Insieme ai volontari di Legambiente, verranno raccolte bottiglie, cartacce, mozziconi di sigarette e tutti i rifiuti abbandonati, per una grande opera di pulizia e manutenzione tra Porta Galliera e il Parco della Montagnola.

A seguire il Sottosegretario all’Ambiente, Barbara Degani -insieme con una rappresentanza del CONAI e dei Consorzi di Filiera, una delegazione di operatori del settore ambientale, operatori dei media e giovani “Giornalisti nell’erba”- si recherà alla stazione centrale, dove alle 10,35 prenderanno un Frecciarossa a destinazione Roma, sul quale verrà fatta una capillare azione di informazione e sensibilizzazione sul tema degli abbandoni e del littering.

Nella Capitale, a partire dalle 13, il Sottosegretario Degani e gli altri partecipanti prenderanno parte ad un’altra iniziativa di pulizia, organizzata dalla Rete ONU (Operatori Nazionali dell’Usato) in Piazza Vittorio Emanuele.

Il coinvolgimento dei cittadini è presupposto irrinunciabile di ogni politica ambientale –afferma il Ministro Galletti –. La diffusione delle buone pratiche e il lavoro educativo sui giovani servono, oggi più che mai, a lanciare un modello di economia tutta ambientale, sostenibile, in grado di creare lavoro e sviluppo per il Paese“.

L’iniziativa è realizzata con il contributo del programma Life+ della Commissione Europea e grazie al supporto del CONAI e dei Consorzi di Filiera (COMIECO, COREPLA, COREVE, RILEGNO, CIAL e RICREA) che garantiscono su tutto il territorio nazionale il recupero e l’avvio al riciclo dei rifiuti da imballaggio, di Greentire e in collaborazione con Federambiente, Fise Assoambiente, Centro di Coordinamento RAEE, rete ONU (Operatori Nazionali dell’Usato)  e WWF.

Ecco alcune delle 137 azioni che si terranno nell’ambito del primo Clean Up Day:

  • A Pordenone, in occasione dell’87esima adunata degli Alpini, CONAI e i Consorzi di filiera, in collaborazione con GEA Pordenone, organizzeranno una raccolta straordinaria dei rifiuti on the go prodotti
  • Un’area boschiva lungo il Po a Moretta (Cn) sarà ripulita dai ragazzi delle scuole in collaborazione con il Consorzio SEA nell’ambito del Progetto Re.Te. mercoledì 21 maggio
  • A Imperia un gruppo di volontari, in collaborazione con Tradeco, pulirà tutte le spiagge libere
  • Presso la riserva nazionale naturale del Lago di Tarsia in Calabria, si andrà a caccia di rifiuti nei boschi, nei parchi e nelle zone attigue al lago
  • Greentire organizzerà una raccolta straordinaria di pneumatici abbandonati a Pachino in provincia di Siracusa.
  • A Lipari, ci sarà un momento di pulizia  e di confronto sui temi della sostenibilità in piazza con “Differenzia la tua isola!” in collaborazione con SRR Isole Eolie
  • EcoTyre in collaborazione con l’Associazione Marevivo si occuperà della raccolta straordinaria degli pneumatici abbandonati sull’isola e nei fondali del porto di Ponza.
  • Presso la Tomba di Nerone a Roma, AMA e alcuni volontari sabato 17 maggio effettueranno una pulizia dell’area, spesso ridotta a discarica
  • Ad Aquara, nel Parco Nazionale del Cilento, l’associazione “L’Aspirapolvere nel bosco” ripulirà una pineta che in passato era ridotta a discarica abusiva
  • Il WWF parteciperà con l’organizzazione di azioni di pulizia straordinaria in otto oasi: l’area marina protetta di Miramare, la laguna di Orbetello, Ripa Bianca di Jesi, Persano, Macchiagrande, Orti – Bottagone, Valle Averto, Lago di Alviano, Scivu
  • Oltre al supporto alle iniziative centrali, Legambiente organizzerà alcuni eventi di pulizia coinvolgendo i suoi circoli locali, i volontari e le scuole a Piano San Nicola (Pz), Bologna, Gorizia, Massa, Piazza Armerina (Cl) e Melilli (Sr)
  • Straordinaria la partecipazione del Centro-Sud soprattutto con alcuni regioni come il Lazio, dove si svolgeranno ben 19 azioni, la Campania con15 e  l’Abruzzo con 12.
  • Alcune aziende facenti parte delle Associazioni dei gestori, Federambiente e Fise Assoambiente,  parteciperanno con i propri mezzi e le proprie attrezzature.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *