Ricercatori italiani hanno creato un microchip per il monitoraggio avanzato delle metastasi

Ricercatori italiani dell’IRCCS Galeazzi di Milano, in collaborazione con i colleghi del Massachusetts Institute of Technology di Boston, hanno realizzato uno speciale microchip per monitorare i movimenti delle metastasi nel circolo sanguigno fino ad arrivare agli organi vitali. Lo studio è stato pubblicato su Biomaterials e porta la firma italiana dei ricercatori Simone Bersini, Chiara Arrigoni e Matteo Moretti, del laboratorio di Ingegneria cellulare e tissutale del Galeazzi di Milano. Gli esperti hanno ricreato in laboratorio il meccanismo di formazione delle metastasi ossee derivanti dal cancro del seno sfruttando un modello tridimensionale. In questo modo hanno creato diversi canali adiacenti su un piccolo microchip dove sono state inserite cellule staminali e endoteliali. Su questi percorsi i ricercatori hanno ineittato cellule tumorali umane analizzandone i movimenti all’interno del tessuto osseo.  Da qui sono riusciti a vedere che la molecola CXCL5 attira le cellule tumorali. Si spera così in futuro di poter verificare, con lo stesso metodo, l’azione di nuovi farmaci anti metastatici.

cellule_staminali_web--400x300

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *