Methylocella silvestris, il batterio che mangia il metano riducendo l’inquinamento

Un batterio per combattere il riscaldamento globale. E’ il risultato di uno studio svolto dall’università di East Anglia in Inghilterra. Il batterio in questione appartiene alla famiglia della Methylocella silvestris. Methylocella silvestris è un batterio metanotrofo (il cui metabolismo consiste in un ciclo ‘alimentare’ a base di metano, contrapposti ai batteri metano geni). Oltre a crescere su metano e metanolo, cresce anche su alcuni substrati come etanolo e propano.La sua particolarità, dunque,  è quella di assorbire fughe di gas naturale, proprio sostegno alimentare, riducendo di conseguenza l’inquinamento, con notevoli benefici sull’ambiente. E’ in grado di crescere sia sul metano che sul propano e per questo motivo potrebbe diventare un alleato molto importante per liberare l’ambiente dalla presenza di emissioni dannose. Si potrebbero così assorbire i gas serra nell’atmosfera sia che derivino da gas naturali che penetrano nellambiente sia da gas derivanti da fracking (perforazioni del terreno fino al raggiungimento in profondità dei giacimenti di gas naturale con successiva emersione del gas molto spesso con residui dannosi per l’atmosfera). Il team di ricerca, con a capo Colin Murrell, è entusiasta dei risultati ottenuti e continueranno la sperimentazione sullo speciale microbo mangia metano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *