I terremoti studiati dallo spazio: nuova partnership italo-cinese

Il progetto, che vede coinvolti i fisici dell’Università di Trento e del Centro nazionale Tifpa dell’Infn, prevede un finanziamento da due milioni di euro per la realizzazione di uno strumento per la rivelazione di elettroni, studiando l’accoppiamento tra fenomeni sismici e magnetosfera. Tale strumento verrà poi posizionato sul satellite cinese CSES, che verrà lanciato nel 2016. L’obiettivo molto ambisioso del progetto è il monitoraggio dei fenomeni geofisici importanti, come possono essere i terremoti. Il progetto è finanziato dal Miur e vede coinvolte anche l’agenzia spaziale italiana (ASI) e le università di Roma, Tor Vergata, Uninettuno, Perugia e Bologna. Lo strumento verrà chiamato Limadou, in onore del famoso esploratore italiano Matteo Ricci.

news

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *