III European Annual Meeting – workshop “GO-GREEN 3.0”: Siemens interviene su efficienza energetica e infrastrutture sostenibili

Nell’ambito del workshop “L’Umanesimo Verde – GO-GREEN 3.0 – E’ la scienza dei contadini?” organizzato dal Green Management Programme della Fondazione Istud e dalla Rappresentanza a Milano della Commissione Europea con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e del Ministero dello Sviluppo Economico, Siemens interviene sul tema della sostenibilità.
Durante il workshop, infatti, si trattano argomenti quali l’edilizia sostenibile, le case di paglia, il riutilizzo dei rifiuti, il risparmio alimentare, il miglior uso dell’acqua, le smart cities, la nuova vita delle rinnovabili e della burocrazia da tagliare, la chimica
verde, le bioraffinerie e il ciclo rivoluzione. In questo contesto si inserisce l’intervento di Enzo Calabrese, Head of Cities Account Management di Siemens, incentrato su uno dei focus imprescindibile di Siemens: la sostenibilità.
Il portfolio ambientale di Siemens, leader nelle tecnologie innovative e nelle soluzioni sostenibili, è tra i più ampi e significativi al mondo e vale 33 miliardi di Euro. I prodotti e le soluzioni del portfolio ambientale nel 2012 hanno permesso ai clienti di abbattere circa 330 milioni di tonnellate di CO2, una cifra equivalente alle emissioni generate da Berlino, Delhi, Hong Kong, Istanbul, Londra, New York, Singapore e Tokyo. I prodotti e le soluzioni ecofriendly del Gruppo, che sono il principale driver di crescita di Siemens dal 2008, contano ora per il 42% dei ricavi complessivi del Gruppo.
“L’incremento dell’efficienza energetica è uno dei più importanti driver per lo sviluppo sostenibile a livello mondiale. Su questo fronte, Siemens sta svolgendo un ruolo chiave fornendo prodotti e soluzioni per l’intera catena energetica”, afferma Enzo Calabrese.
Un ambito importante nel quale il portfolio ambientale si declina è quello delle città, cui Siemens, per prima, ha cominciato a  guardare con grande impegno e interesse già a metà degli anni 2000. In questo modo, nel 2011, è nato un settore dedicato,
Infrastructure and Cities e, nel 2012, a Londra, è stato inaugurato il primo centro per lo sviluppo delle città sostenibili a livello mondiale, il Crystal. “Le città sono i motori dell’economia mondiale e da loro deriva il più grande impatto sull’ambiente. Lo sviluppo del nostro pianeta è legato indissolubilmente allo sviluppo delle città. I nostri studi effettuati sulle città, come il rapporto Siemens-Cittalia, sono un utile strumento di riflessione sulle problematiche delle città italiane, sulle opportunità di miglioramento dei loro servizi infrastrutturali, e rappresentano un ulteriore stimolo per Siemens a investire sempre più nella sostenibilità”, prosegue Calabrese.

 

Contatti per i giornalisti:
Siemens Italia, Communications and Government Affairs
Responsabile Press and Media Relations
Angela Gherardelli, mobile: +39 335 62 14 900
e-mail: angela.gherardelli@siemens.com
Le immagini sono disponibili sul sito www.siemens.it/press
Seguici su Twitter: www.twitter.com/Siemens_stampa

 

Siemens è una multinazionale che opera nei settori dell’industria, dell’energia e della sanità, fornendo, inoltre, soluzioni all’avanguardia per le infrastrutture delle città e delle aree metropolitane. Distinguendosi da oltre 165 anni per innovazione, qualità, affidabilità, eccellenza tecnologica, Siemens è il più importante fornitore a livello globale di tecnologie ecosostenibili, grazie alle quali ha generato circa il 40% del proprio fatturato totale. Con circa 370.000 collaboratori, l’azienda ha chiuso il 30 settembre l’esercizio fiscale 2011/2012 con un fatturato di 78,3 miliardi di Euro e un utile netto di 5,2 miliardi di Euro. In Italia, Siemens, che conta su oltre 4.800 collaboratori, ha chiuso l’esercizio 2011/2012 con un fatturato di 2,1 miliardi di Euro e ordini per 2 miliardi di Euro. Tra le maggiori realtà industriali attive nel nostro Paese, Siemens possiede stabilimenti produttivi e centri di competenza e ricerca & sviluppo di eccellenza mondiale. www.siemens.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *