Expoedilizia, segnali positivi e di innovazione per un mercato in difficoltà

Expoedilizia, Fiera di Roma 21 – 24 marzo 2013

Grande interessere dei professionisti per l’ampia offerta formativa che ha toccato di i temi più importanti, dalla sostenibilità alla sicurezza nei cantieri.

 

Roma, 08 aprile 2013 – Si chiude positivamente la sesta edizione di Expoedilizia, la fiera internazionale per l’edilizia e l’architettura, organizzata da ROS, società partecipata da Fiera Roma e Senaf. Iniziata giovedì 21 marzo, la manifestazione ha offerto accanto alla parte espositiva – ampia vetrina di prodotti e soluzioni all’avanguardia per l’edilizia e l’architettura – un fitto programma di convegni, in cui si sono affrontate le tematiche più stringenti per il comparto edile, come il recupero edilizio artistico e urbano, la sostenibilità degli edifici in chiave mediterranea, il risparmio e l’efficienza energetica, le tecniche di costruzione antisismiche e la sicurezza nei cantieri.

“Il settore dell’edilizia, più di altri, sta vivendo un momento economico drammatico – commenta Emilio Bianchi direttore di Senaf – e alle aziende che hanno deciso di partecipare attivamente al progetto Expoedilizia 2013, va un ringraziamento particolare per avere avuto la caparbietà di presenziare un mercato importante come quello del Centro e Sud d’Italia e per avere contribuito a lanciare un segnale positivo al comparto edile”

La sesta edizione ha visto, infatti, la partecipazione di 283 aziende, la presenza di 28.313 visitatori, la realizzazione di 13 iniziative speciali e 5 focus tematici, l’organizzazione di 122 momenti di formazione e aggiornamento professionale e il coinvolgimento di ben 42 associazioni di categoria.

Tra le partnership scientifiche di Expoedilizia 2013, quella con il Green Building Council Italia, l’associazione che promuove la cultura dell’edilizia sostenibile attraverso il sistema di certificazione indipendente LEED, che – oltre ad aver inaugurato la manifestazione con il convegno “Italia, Europa: la riqualificazione edilizia e urbana per il rilancio della filiera” – ha curato la Piazza della Sostenibilità, un focus sull’architettura sostenibile, affrontando il tema del rapporto tra ambiente naturale e ambiente costruito e quello del restauro di edifici storici in un’ottica di efficientamento. Per dare una dimostrazione pratica, GBC ha organizzato un convegno “Italia, Europa: strumenti, esempi e buone pratiche di edilizia sostenibile secondo i protocolli LEED e GBC”, che ha presentato esempi concreti come quello di Italcementi e di i.lab,  il proprio Centro Ricerca e Innovazione progettato dall’architetto americano Richard Meier, che vuole essere un punto di riferimento per l’architettura sostenibile in Europa e che ha ottenuto la certificazione LEED Platinum. GBC ha conferito, inoltre, la certificazione argento sul protocollo Gbc Home ad un progetto di social housing realizzato a Lugo di Romagna da Cogefrin.

A completare l’offerta dal punto di vista delle costruzioni sostenibili, il “Distretto della Green Landscape Economy”, un’area in cui tra incontri e dibattiti, si sono discusse le soluzioni più innovative volte alla ripresa economica delle aree urbane e che abbiano come obiettivo l’interazione tra cultura ambientale e tecnologia, organizzato da Green City Italia, associazione appartenente al network internazionale delle Green City. Inoltre, per dare una dimostrazione concreta di come si può costruire in maniera sostenibile, Expoedilizia ha ospitato Biosphera, il prototipo itinerante di casa passiva progettato e realizzato da ZEPHIR, per accrescere la consapevolezza e la cultura in tema di efficienza energetica, sostenibilità e comfort abitativo, e Abitare Mediterraneo, il progetto di edificio sostenibile, ideato e testato con metodologie costruttive innovative, ecocompatibili e a basso consumo energetico, curato dal Dipartimento di Tecnologie dell’Architettura e Design della Facoltà di Architettura di Firenze e dalla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, in collaborazione con un pool di aziende ed enti di ricerca nazionali.

Tra le iniziative presentate anche PROTOTIPO “O”, la casa ecosostenibile per tutti in autocostruzione, il progetto che punta al coinvolgimento diretto dei futuri proprietari nella costruzione della propria abitazione: un impegno vantaggioso, che si traduce in un risparmio economico di circa il 40% sui costi di edificazione. Attraverso questa iniziativa e grazie al supporto di professionisti e tecnici che mettono a disposizione la propria esperienza, i cittadini potranno creare un’abitazione “risparmiosa” e non solo dal punto di vista dei costi: la casa sarà infatti costruita secondo criteri di ecosostenibilità e l’intero ciclo di costruzione prevede il rispetto dell’ambiente. Il progetto PROTOTIPO “O” è sostenuto dal Coordinamento CREIA Regione Lazio, con la collaborazione dell’Università Roma TRE e di alcune aziende leader del settore dei materiali ecosostenibili.

 

Novità dell’edizione 2013 di Expoedilizia, Condominium il salone dedicato ai prodotti e servizi per gli amministratori di condominio, nel quale si è ampiamente parlato, tra miniconferenze e convegni, della recente riforma che ne modifica in maniera profonda la figura. Curato dalle più importanti associazioni di categoria, tra cui ANACI, ANAMMI, UNAI, ANAPI, il salone si è avvalso della collaborazione di Consorzio Convalido. Si ripete invece, dopo l’ampia adesione dello scorso anno, l’appuntamento con la sicurezza in cantiere, un aspetto fondamentale per il comparto, e con numerosi momenti teorico-formativi e pratici, a cura di Sicurpal, C.S.C – Attrezzature per la Sicurezza e IPAF – Italia, che hanno permesso ad ingegneri, architetti e geometri, di apprendere i migliori sistemi da adottare per la prevenzione dalle cadute dall’alto. Tra le iniziative in programma, inoltre, il secondo Congresso Nazionale Geosicur, l’Associazione Geometri per la sicurezza, in cui si è affrontato il tema della sicurezza nei luoghi di lavoro, analizzando la normativa, la sua applicazione e le necessarie verifiche.

Ad Expoedilizia si è parlato anche delle tecniche del costruire, soprattutto dal punto di vista della sicurezza degli edifici e di prevenzione del rischio sismico, grazie alla collaborazione con Fondazione Eucentre (Centro Europeo per la Formazione e la Ricerca in Ingegneria Sismica) che grazie ad efficaci dimostrazioni pratiche, ha mostrato le ripercussioni di una vibrazione sulle strutture di una costruzione, spiegando al contempo come valutare la risposta strutturale a diverse sollecitazioni.

All’esterno dei padiglioni l’area dimostrativa di 30mila mq, che riproduce le condizioni di cantiere, ha permesso ai visitatori di assistere a simulazioni e di testare “in campo” le numerose macchine e attrezzature edili esposte, valorizzando al massimo la partecipazione in fiera delle aziende produttrici. Accanto all’area dinamica, all’interno dei padiglioni lo spazio tematico dedicato a Attrezzature e Macchine, ha presentato un’ampia varietà di macchinari, mentre nell’Area del sollevamento è stato possibile vedere piattaforme aeree, sollevatori telescopici, ascensori da cantiere, ponteggi, gru e accessori, utili per chi opera nel settore edile, ma anche per chi si occupa di manutenzione e potatura piante, traslochi e pulizia.

Ad Expoedilizia 2013, spazio anche per i giovani creativi che hanno avuto modo di mostrare il proprio talento attraverso alcuni progetti come Impressioni Superficiali che ha dato agli studenti dell’Istituto Italiano Design la possibilità di esplorare le potenzialità espressive di materiali di scarto messi a disposizione da alcune aziende espositrici, come Sicurpal, Mobirolo, BMZ, D.R.Cass e Ceramiche Daytona, creando nuovi prodotti. La Mostra Showroom del Futuro ha visto invece protagonisti gli studenti dell’Istituto Europeo di Design che si sono messi alla prova attraverso il restyling di un vero e showroom per il settore porte e finestre, affrontando alcune criticità del layout, come la disposizione dello spazio e l’esposizione dei prodotti. Inoltre, per il quarto anno consecutivo, il Concorso Architettura Sostenibile ha premiato con borse di studio e uno stage presso un importante studio di progettazione, le migliori tesi realizzate da giovani laureate in architettura, nell’ambito delle nuove costruzioni e del recupero urbano. Vincitrici di questa edizione gli architetti Anna Paraboni, Vincenza La Rocca, Eleonora Lauri e Angela Lombardi.

L’appuntamento con la settima edizione sarà sempre a Fiera Roma dal 20 al 23 marzo 2014.

Chi siamo

Expoedilizia, fiera professionale per l’edilizia e l’architettura, giunta alla 6a edizione – Fiera di Roma, 21 – 24 marzo 2013 – è l’evento di riferimento per il comparto delle costruzioni del Centro e Sud Italia. La manifestazione è una vetrina completa sul mondo dell’edilizia rappresentata da 9 aree tematiche (Serramenti Chiusure, Elementi Strutturali, Macchine Attrezzature, Pavimenti Rivestimenti, Decori Colori, Informatica Servizi, Arredo Urbano, Sicurezza, Impianti ed Energie Rinnovabili), ognuna con un focus su un aspetto della filiera e teatro di interazione tra gli operatori professionali e le aziende.

Dati edizione 2013

Con 9 aree tematiche, 28.313 visitatori, 283 aziende espositrici, 13 iniziative speciali e 5 focus tematici, 122 momenti di formazione e aggiornamento professionale e 42 associazioni di categoria coinvolte, Expoedilizia si presenta come manifestazione di riferimento per il Centro-Sud Italia.

Per ulteriori informazioni

MY PR

Roberto Grattagliano – Federica Scalvini

e-mail_ roberto.grattagliano@mypr.it – federica.scalvini@mypr.it

www_ www.mypr.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *