Scienza: Ricerca identifica il più antico cromosoma Y

Un gruppo di ricerca dell’Università dell’Arizona ha scoperto quello che sembrerebbe essere il più antico ramo genetico del cromosoma Y finora conosciuto ed i loro risultati sono stati pubblicati sull’American Journal of Human Genetics. Il fattore ereditario che determina il sesso maschile, è stato individuato in un individuo che ha voluto far analizzare il suo DNA alla Family Tree DNA, una società specializzata nell’analisi del DNA per rintracciare le radici familiari.

 

 

Secondo l’autore della ricerca, Michael Hammer, le analisi da loro condotte indicano come la linea di questo cromosoma si sia discostata dai cromosomi Y finora conosciuti circa trecentomila anni fa, un periodo in cui anatomicamente gli esseri umani moderni non si erano ancora evoluti. Ciò è confermato dal fatto che a differenza degli altri cromosomi umani, la maggioranza dei cromosomi Y non scambia materiale genetico con altri cromosomi, rendendo più semplice rintracciare i rapporti ancestrali tra i lignaggi contemporanei. Ma la ricerca è importante soprattutto perché sarebbe riuscita a rintracciare una linea che non si adatta a nessuna ramificazione dell’albero attuale del cromosoma Y, anche se si tratta di un albero costruito sull’analisi del DNA di più di mezzo milione di persone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *