Solar decathlon 2014: 10 prove di sostenibilità

Fonte : http://www.architetturaecosostenibile.it

Il Solar Decathlon è un concorso internazionale creato dal Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti in cui università di tutto il mondo si incontrano per progettare, costruire e gestire una casa energeticamente auto-sufficiente, utilizzando l’energia solare come unica fonte di energia e dotata di tutte le tecnologie che consentono la massima efficienza energetica.  La prossima edizione, che si terrà a Versailles nel 2014 vedrà i team confrontarsi su 10 prove che valuteranno la sostenibilità dei prototipi presentati.
Il Solar Decathlon Europe 2014 vuole contribuire alla conoscenza e alla diffusione dell’edilizia sostenibile, solare e industrializzata. Ha quindi i seguenti obiettivi fondamentali:

  • aumentare la consapevolezza;
  • incoraggiare i professionisti;
  • educare l’opinione pubblica;
  • ridurre prima di tutto il consumo energetico dell’edificio;
  • incoraggiare l’uso di tecnologie solari;
  • promuovere l’integrazione architettonica dei sistemi solari;
  • dimostrare che le case solari possono essere comode, piacevoli e accessibili.

 

Può sembrare paradossale che squadre provenienti da tutto il mondo progettino un prototipo di casa adatta alle loro regioni di origine e allo stesso tempo debbano essere altrettanto efficienti nel sito della competizione.

Ogni progetto deve essere una buona risposta ai contesti culturali, climatici e sociali della regione del team, oltre che un prototipo ad alte prestazioni che deve rispondere correttamente a tutti i requisiti nel breve periodo di tempo durante il quale si confronta con gli altri. Questa dualità ha lo scopo di incoraggiare le giovani menti a riconoscere entrambe le fonti di ispirazione per il futuro: le condizioni molto locali di ogni squadra specifica legata alla sua patria e le dimensioni universali di un obiettivo comune internazionale per il pianeta.

Gli obiettivi del Solar Decathlon Europe sono coerenti con quelli dell’Unione europea per il 2020 e hanno dimostrato di essere efficaci per rendere studenti, professionisti e privati ​​consapevoli dell’importanza del risparmio energetico. Questo costituisce il modo più immediato e conveniente di indirizzamento europeo verso le sfide energetiche di sostenibilità, garantendo fonti di approvvigionamento e competitività. I partecipanti presentano soluzioni che contribuiscono a raggiungere gli obiettivi dell’UE: risparmio del 20% sui consumi dell’energia, riduzione del 20% delle emissioni di gas a effetto serra e produrre il 20% dell’energia da fonti rinnovabili.

Inoltre si sfideranno in 10 prove a punti e una giuria multidisciplinare di fama internazionale, composta da esperti nelle diverse materie, userà la propria esperienza e conoscenza per la valutazione delle case:

  • Prova 1: ARCHITETTURA (120 punti) Valuta la coerenza del progetto, l’integrazione delle tecnologie in architettura e l’integrazione delle strategie bioclimatiche.
  • Prova 2: INGEGNERIA E COSTRUZIONE (80)
    Valuta la costruzione e la progettazione di sistemi di ingegneria di pregio. Le squadre dovranno dimostrare il livello di funzionalità della struttura della casa, l’impianto elettrico, idraulico, la struttura e la costruzione del sistema solare, la sicurezza e l’adeguata integrazione di questi elementi nel progetto.
  • Prove 3: EFFICIENZA ENERGETICA (80 punti)
    Incoraggia l’eccellenza nei sistemi e nella progettazione della casa, durante la ricerca di riduzione dei consumi energetici, e di valutare la funzionalità e l’efficienza di tutti i componenti della casa. Le squadre devono dimostrare in che misura il disegno della casa, contribuisce a migliorare l’efficienza energetica della casa. Valuta tra l’altro concetti come l’efficienza dell’involucro, dei sistemi passivi e attivi o la stima del consumo annuale della casa.
  • Prova 4: BILANCIO ENERGIA ELETTRICA (120 punti)
    Valuta l’autosufficienza e l’efficienza dell’energia elettrica nelle case e il loro consumo energetico solare. Valuta il consumo di energia delle case e il bilancio energetico. Valuta la gestione del carico della rete e il limite del picco di potenza.
  • Prova 5: CONDIZIONI DI COMFORT (120 punti)
    Valuta la capacità di fornire comfort interno attraverso il controllo di temperatura, umidità, acustica, l’illuminazione e la qualità dell’aria interna.

 

  • Prova 6: FUNZIONAMENTO DELLA CASA (120 punti)
    Valuta la funzionalità della casa e l’efficienza dei dispositivi elettrici selezionati, nel rispetto delle norme esigenti della società attuale. Il concorso cerca di riprodurre l’uso medio di energia in una casa moderna. L’organizzazione vuole incoraggiare i team a pensare a soluzioni innovative che soddisfano tutte le prestazioni richieste.
  • Prova 7: COMUNICAZIONE E SENSIBILIZZAZIONE SOCIALE (80 punti)
    Valuta la capacità di comunicazione delle squadre di trovare modi creativi, efficaci ed efficienti di trasmettere argomenti rilevanti del concorso (la sostenibilità, l’innovazione e la efficienza energetica), così come quelle idee che definiscono l’identità della squadra e quella propria del progetto.
  • Prova 8: URBANISTICA, TRASPORTO E ACCESSIBILITÀ ECONOMICA (120 punti)
    Valuta la rilevanza della proposta di aggregazione dell’unità abitativa e la localizzazione nel territorio per quanto riguarda i contesti sociali e urbani scelti dalle squadre nel loro paese. Valuta la strategia economica adottata e la modalità di produzione e di trasporto in relazione con il contesto.
  • Prova 9: INNOVAZIONE (80 punti)
    Valuta  il grado di innovazione della casa nelle prove di Architettura, Ingegneria e Costruzione, Efficienza energetica, Urbanistica, Trasporto e Accessibilità economica, concentrandosi sui cambiamenti emergenti e rivoluzionari nella casa, nei suoi sistemi o di suoi componenti, che ne aumentano il valore o ne migliorano le prestazioni e l’efficienza.
  • Prova 10: SOSTENIBILITÀ (80 punti)
    Valuta l’abilità e la sensibilità ambientale delle squadre nel minimizzare l’impatto negativo sull’ambiente, dalla produzione dei componenti, alla fase di costruzione, gestione e demolizione della casa.

Leggi l’articolo completo su http://www.architetturaecosostenibile.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *