On line il primo libro tecnico mondiale a sostegno della logistica sullo standard ISPM 15 per il trattamento fitosanitario

Conoscere per evitare contestazioni nell’esportazione dei prodotti.

Il libro, scaricabile gratuitamente sul sito di Conlegno (www.conlegno.eu), è il primo manuale tecnico sullo standard ISPM 15 che approfondisce tutti gli aspetti legati agli imballaggi in legno e al trattamento fitosanitario e fornisce anche utili elementi per migliorare l’operatività del settore.


Nel corso dell’ultimo decennio, la sempre maggiore globalizzazione e la conseguente liberalizzazione dei mercati hanno determinato un aumento della richiesta da parte dei vari paesi di pallet ed imballaggi in legno con elevati requisiti fitosanitari.

Poiché gli imballaggi in legno non solo sono spesso riutilizzati, ma anche riparati e ricostruiti, la loro origine è complessa da determinare ed è quindi difficile stabilire il loro stato fitosanitario. Si è reso pertanto necessario perseguire il duplice obiettivo di proteggere le foreste dagli organismi originari di altri continenti e, al tempo stesso, di minimizzare gli ostacoli al commercio internazionale, in particolar modo quelli connessi ai controlli fitosanitari necessari a verificare lo status fitosanitario degli imballaggi di legno (l’80% circa di tutte le spedizioni transnazionali) sotto forma di pallet, casse, gabbie, bobine, materiale da stivaggio etc.

 

Per questo motivo Conlegno ha contribuito sin dal principio alle discussioni che in Europa e nel mondo intero hanno portato all’adozione, in seno alla convenzione Internazionale per la Protezione delle Piante della FAO, dello specifico Standard (ISPM 15), che impone a tutti i Paesi di utilizzare legno scortecciato sottoposto a specifici trattamenti approvati e contraddistinto dal marchio IPPC/FAO.

L’adozione di questo standard ha costituito una nuova sfida per tutte le Organizzazioni nazionali di protezione delle piante (NPPO), che sono state chiamate alla sorveglianza sulla corretta applicazione dello standard nei propri paesi, mettendo in essere un sistema di ispezioni ed accreditamento degli operatori del settore e mantenendo la responsabilità sui trattamenti effettuati e sull’uso del marchio IPPC/FAO.

Il presupposto è che l’applicazione di questo standard, garantita dall’apposizione del marchio FITOK, rende l’uso di un certificato fitosanitario superfluo e minimizza l’impatto delle misure fitosanitarie sul commercio internazionale.

L’Italia ha raccolto la sfida ipotizzando di coinvolgere direttamente, oltre alla Pubblica amministrazione, le Associazioni di categoria, organizzando una gestione integrata del sistema nazionale.

L’identificare i requisiti dei soggetti gestori, che liberamente si dotano di un proprio regolamento tecnico, di un proprio marchio ed utilizzano enti terzi indipendenti per i necessari controlli, e al contempo mettere l’intero sistema sotto la sorveglianza in tempo reale del Servizio Fitosanitario Nazionale ha permesso da un lato di mantenere la responsabilità in capo all’Autorità nazionale, così come previsto dallo Standard, e dall’altro ottenere il giusto grado di flessibilità e rapidità di azione per contrastare le non conformità ed effettuare i necessari correttivi tutelando le imprese italiane.

 

 

Il Consorzio Servizi Legno Sughero è stato riconosciuto come Soggetto Gestore dal servizio Fitosanitario Nazionale.  Questa scelta strategica ha portato ad una più stretta collaborazione fra il settore fitosanitario e le imprese del mondo dell’imballaggio in legno, portando alla creazione di un “modello” e di un sistema di controllo molto apprezzato anche dai colleghi europei.

Oggi il sistema FITOK coinvolge circa 900 imprese, con una produzione annua di più di 1,5 milioni di metri cubi di imballaggi di legno, che vengono sottoposte a 1800 controlli da parte di società di ispezione indipendenti per trasformare gli obblighi internazionali in opportunità di sviluppo e valore aggiunto.

Nel commercio internazionale, potersi avvalere di una buona logistica significa avere margini di vantaggio della propria capacità di penetrazione nei mercati ed il sistema di imballaggi in legno FITOK, riducendo il rischio di utilizzo delle barriere fitosanitarie da parte dei Paesi importatori, può contribuire a ridurre gli ostacoli che quotidianamente i nostri prodotti devono superare.

Nella stesura del libro, inoltre, ampia parte è stata dedicata ai corretti processi di riparazione e di riutilizzo degli imballaggi in legno che, con le ultime modifiche introdotte dalla IPPC/FAO, hanno necessità di essere sottoposte a sorveglianza per garantire la corretta applicazione dello Standard.

L’efficacia del sistema messo in atto prima di tutto per la salvaguardia delle foreste e della biodiversità può essere un esempio applicabile anche ad altri settori, considerando che gli obblighi internazionali si sono trasformati in valore aggiunto per l’intero comparto, il tutto a costo zero per la finanza pubblica.

Il manuale tecnico è gratis ed è scaricabile direttamente a questo link:

http://www.conlegno.org/it/comitati-tecnici/fitok/ispm-15-e-fitok

 

Conlegno è un Consorzio di diritto privato, senza scopo di lucro, promosso dalle associazioni nazionali dell’Industria (Assocarta e FederlegnoArredo con le sue Associazioni Assolegno e Assoimballaggi), del Commercio (Fedecomlegno) e delle PMI (CNA – Produzione Legno Arredo, Confartigianato Legno Arredo, Unital-Confapi) della filiera del legno. Il Consorzio dal 2005 è riconosciuto dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali con D.M. 13 luglio 2005 (G.U. 29 luglio 2005 n. 175) per la gestione delle tematiche fitosanitarie legate all’imballaggio in legno.

Conlegno concentra la propria mission nel tutelare il patrimonio forestale e nel favorire i molteplici utilizzi del legno: dalla materia prima, al legno strutturale, all’imballaggio prodotto finito.

Attraverso i Comitati Tecnici, coordinati dalle stesse imprese aderenti, il Consorzio si occupa della gestione e della promozione di Marchi di qualità con l’obiettivo di sviluppare la cultura dell’utilizzo del legno a livello nazionale ed internazionale.

Ad oggi Conlegno gestisce 15 Marchi a livello nazionale ed internazionale, di cui 12 di proprietà del Consorzio.

 

Ufficio Stampa

GoodwillPr

Via E. Fermi 11/A

37135 Verona

federica.zanutta@goodwillpr.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *