Pechino apre la linea metropolitana CBTC-based più lunga del mondo

Con la tecnologia Siemens la linea automatica 10 entra in funzione
Con i suoi 57 km di lunghezza, la linea 10 della metropolitana di Pechino ha accolto i suoi primi passeggeri a fine di dicembre. Siemens ha equipaggiato sia la linea che le apparecchiature di bordo di 84 treni con il sistema di protezione treni Trainguard MT. La linea 10 è ora la più lunga linea metropolitana del mondo dotata del sistema CBTC (Communication Based Train Control). “Avevamo già dimostrato ciò che la nostra tecnologia di automazione è in grado di fare durante l’espansione delle linee metropolitane a Guangzhou, Suzhou e Nanjing. Siamo orgogliosi di essere un partner infrastrutturale affidabile, apportando un importante contributo al miglioramento della situazione del traffico a Pechino”, ha dichiarato Jürgen Brandes, direttore della Business Unit Siemens Rail Automation.

Con circa 336 chilometri di binari, la rete metropolitana di Pechino è la seconda in estensione della Cina. La linea 10 fa parte della linea metropolitana esterna, che collega il nord-ovest a sud-est della città. La prima sezione della linea 10 ha aperto i battenti all’inizio dei Giochi Olimpici del 2008. La sezione di nuova apertura, che comprende circa 30 chilometri di binari e 21 stazioni, collegherà ora anche i quartieri sud-occidentali di Pechino. La messa in servizio della linea è prevista per la primavera 2013. Il nuovo collegamento è stato progettato per ospitare circa due milioni di passeggeri al giorno e ha l’obiettivo di alleviare in modo significativo il carico sulla rete di trasporto della città.
La linea 10 è stata equipaggiata con il sistema di protezione automatica dei treni Siemens Trainguard MT. Questo sistema permette un ottimale “sequenzamento” dei treni commisurato al numero di passeggeri trasportati e offre la massima sicurezza, affidabilità e disponibilità nelle operazioni della metropolitana. I dati vengono trasferiti continuamente tra la linea metropolitana e il treno  tramite Airlink. Il sistema CBTC controlla i treni sulla linea 10 secondo il principio del blocco automatico: ovvero un blocco mobile che dipende dalla velocità e dagli spazi di frenatura dei treni. Grazie all’azionamento automatico integrato e al controllo dei comandi del freno (Automatic Train Operation – ATO), il treno viaggia senza alcun intoppo e con un’elevata efficienza energetica, si ferma proprio davanti alle porte della banchina, richiede l’apertura sincronizzata delle porte consentendo così il movimento puntuale dei passeggeri.

Trainguard MT richiede un minor numero di apparecchiature di terra, quali segnali e sistemi di segnalazione di blocco, rispetto ai convenzionali sistemi di protezione treni. Ciò si traduce in costi di installazione e manutenzione ridotti e, a sua volta, in una riduzione della richiesta di parti di ricambio.
La soluzione CBTC Trainguard MT è il sistema di controllo automatico dei treni maggiormente distribuito ed è utilizzato da più di 20 operatori di linee metropolitane in tutto il mondo. Le città cinesi di Pechino, Guangzhou e Nanjing possiedono già due linee della metropolitana dotate del sistema Trainguard MT, che è stato anche installato sulla linea che collega Guangzhou a Foshan. Quest’anno Siemens ha vinto l’appalto per equipaggiare anche le linee di Suzhou, Chongqing e Dongguan del sistema Trainguard MT. La Cina è il paese più ambizioso al mondo in termini di investimenti nel settore ferroviario e sta progettando la costruzione di 85 nuove linee
di trasporto di massa entro il 2015, con una lunghezza totale di più di 2.700 chilometri in oltre 30 città.

Contatti per i giornalisti:
Business Press
Silvia Sala, Cristiana Rovelli,
e-mail: siemens@bpress.it

Le immagini sono disponibili sul sito www.siemens.it/press
Seguici su Twitter: www.twitter.com/Siemens_stampa
Siemens AG Comunicato Stampa
Siemens è una multinazionale che opera nei settori dell’industria, dell’energia e della sanità, fornendo, inoltre, soluzioni  all’avanguardia per le infrastrutture delle città e delle aree metropolitane. Distinguendosi da oltre 165 anni per innovazione, qualità, affidabilità, eccellenza tecnologica, Siemens è il più importante fornitore a livello globale di tecnologie ecosostenibili, grazie alle quali ha generato il 40% del proprio fatturato totale. Con circa 370.000 collaboratori, l’azienda ha chiuso il 30 settembre l’esercizio fiscale 2011/2012 con un fatturato di 78,3 miliardi di Euro e un utile netto di 5,2 miliardi di Euro. In Italia, Siemens, che conta su oltre 4.850 collaboratori, ha chiuso l’esercizio 2011/2012 con un fatturato di 2,1 miliardi di Euro e ordini per 2 miliardi di Euro. Tra le maggiori realtà industriali attive nel nostro Paese, Siemens possiede stabilimenti produttivi e centri di competenza e ricerca & sviluppo di eccellenza mondiale. www.siemens.it
Il Settore Infrastructure & Cities è fornitore mondiale di tecnologie sostenibili per le aree metropolitane e per le loro infrastrutture. Il Settore, con circa 90.000 collaboratori, offre soluzioni per la mobilità integrata, soluzioni complete per i trasporti ferroviari, per la distribuzione efficiente dell’energia, tecnologie per gli edifici e per la sicurezza, applicazioni smart grid e prodotti di bassa e media tensione. Infrastructure & Cities comprende le Divisioni Building Technologies, Low and Medium Voltage, Mobility and Logistics, Rail Systems and Smart Grid.
www.siemens.it/infrastructure-cities
La Divisione Mobility and Logistics di Siemens è fornitrice mondiale di soluzioni per l’ottimizzazione del trasporto merci e  passeggeri. La Divisione comprende tutte le soluzioni di Siemens relative alla gestione del traffico internazionale, dei trasporti e della logistica. Questi settori includono l’automazione e il segnalamento per i sistemi ferroviari, le infrastrutture logistiche, i sistemi di trasporto e di gestione intelligente del traffico e le tecnologie per lo sviluppo delle infrastrutture per la mobilità elettrica.
www.siemens.com/mobility-logistics

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *