Italia sempre più Bio. La chimica verde contagia gli italiani

Secondo un’indagine di Ispo Ricerche, realizzata nel mese di novembre 2012 per conto di Assobioplastiche su un campione di 800 italiani, sul comportamento degli italiani nei confronti della chimica verde e delle sue principali applicazioni, vede una popolazione attiva e particolarmente attenta all’ambiente. In modo particolare, i bioshopper, i sacchetti per la spesa amici dell’ambiente, introdotti per sostituire le tradizionali buste di plastica, stanno incontrando un grande favore.

Secondo lo studio, ben il 90% degli abitanti ritiene la legge che ha messo al bando i sacchetti di plastica (Norma UNI EN 13432) sia un importante passo avanti compiuto per la tutela dell’ambiente e, il 76% di essi concorda sull’anticipazione delle sanzioni per chi non rispetta la norma. Ma, il popolo italico, si mostra critico nei confronti dei nuovi sacchetti. Essi non sarebbero abbastanza resistenti per essere riutilizzati per la spesa.

 

Dalla prima alla terza rilevazione statistica effettuata (maggio 2011, gennaio 2012, novembre 2012), la certezza che questa scelta sia un passo in avanti nel rispetto dell’ambiente, rimane costante e, per il 62% di essi, le sanzioni in materia sarebbero dovute entrare in vigore sin dal 2011.  Questa ricerca, come spiega il presidente di Assobioplastica, Marco Versari, conferma la coscienza ambientale degli italiani, che è sempre più consapevole e viva. Considerano notevoli anche le diverse opportunità offerte dalla chimica verde come possibile motore per lo sviluppo ecosostenibile e per la crescita occupazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *