Curiosity scaverà la roccia marziana dello Yellowknife Bay

Curiosity, il robot laboratorio della Nasa mandato su Marte alcuni mesi fa, si prepara ad effettuare col suo trapano un foro esplorativo nelle venature di una roccia striata e che gli scienziati hanno soprannominato “John Klein”, in memoria del vicedirettore del progetto morto nel 2011.

 

La roccia da analizzare, un materiale poco chiaro nella sua composizione, si trova in una zona soprannominata “Yellowknife Bay“, un terreno situato a 500 metri dal luogo in cui è atterrato ma che mostra una composizione geologia differente e tale da essere considerato il letto di un fiume in secca, perché un area piena di vene nel suolo e irregolarità. Ciò permetterà agli scienziati di analizzare nuovi materiali e sarà anche il primo evento più impegnativo da affrontare per il rover dallo sbarco sul pianeta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *