Astronomia: Scoperto meccanismo di crescita delle stelle

Secondo lo studio condotto da un gruppo di ricerca internazionale dell’università del Cile coordinato da Simon Casassus e pubblicata sulla rivista scientifica Nature, le stelle e i pianeti crescerebbero insieme, all’unisono. Ma soprattutto, i pianeti sarebbero la fonte nutritiva delle stelle.

 

La scoperta, effettuata grazie all’utilizzo del telescopio Alma, Atacama Large Millimeter/submillimeter Array, posto sulle Ande cilene ed al quale l’Italia partecipa attraverso l’Osservatorio Europeo Meridionale (Eso) e con la Thales Alenia Space, è del tutto innovativa perché mai prima d’ora era stato possibile definire il reale meccanismo del loro sviluppo. Con il telescopio, gli scienziati, hanno potuto osservare una fase della formazione stellare nella quale, i pianeti in formazione intorno ad una giovane stella, aiutavano la loro stella a continuare a crescere. L’osservazione dettagliata, è avvenuta grazie alla giovane stella HD 142527, situata a oltre 450 anni luce dalla Terra, e del disco di gas e polveri che la circonda, residuo della nube da cui la stella si era precedentemente formata. Il disco di polveri risultava diviso in una regione interna ed una esterna, separaste da un vuoto scolpito dall’orbita di un pianeta gassoso in via di formazione.

 

In questo sistema i ricercatori hanno osservato per la prima volta un gas diffuso che pervade il varco scavato dal pianeta e due flussi di gas denso che fluiscono dalla regione esterna alla regione più interna. Questo flusso di materiale alimenta la stella e le permette di continuare a crescere. I pianeti quindi, crescono catturando una parte del gas dal disco esterno, ma in realtà sono mangiatori disordinati, ossia lasciano fuggire parte del gas che catturano fino alle regioni vicine alla stella.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *