Città più eco-sostenibili con il cemento bio

Gli scienziati della Universitat Politecnica de Catalunya (UPC) di Barcellona avrebbero ideato un cemento eco-sostenibile, ossia un cemento organico capace di favorire la crescita di organismi viventi pigmentati come licheni, muschi, microalghe o funghi, combattendo l’inquinamento cittadino.

I ricercatori, da tempo alla ricerca di un nuovo materiale che permettesse di unire edilizia, design e sostenibilità, sono riusciti a creare un nuovo tipo di cemento, in grado di assorbire le emissioni di CO2 presenti nell’ambiente, di migliorare l’isolamento termico degli edifici e di cambiare colore nel corso del tempo.

 

Il materiale studiato dallo Structural Technology Group dell’Upc, è stato ottenuto dall’unione di due materiali base di cemento: un comunissimo Portland carbonato ed un cemento con un fosfato di magnesio. Questi due elementi sono stati scelti perché con il primo è stato possibile ottenere proprietà chimiche (ph) attorno all’8, mentre il secondo per il suo essere un conglomerato idraulico già abbastanza acido e che quindi non necessitava di ulteriori trattamenti. Questo ultimo però, ha soprattutto forti capacità rigenerative tanto da essere utilizzato, in passato, in odontoiatria e medicina, il che significa che non ha un ulteriore impatto ambientale. Il prodotto ottenuto quindi, risulta essere particolarmente indicato per le facciate di palazzi o altre costruzioni che si trovano in regioni del bacino del mediterraneo, caratterizzate quindi da un clima molto mite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *