Curiosity: registra una tempesta di sabbia marziana ma tutti si interrogano sulla “scoperta sconvolgente”. Aspettando il 3 Dicembre 2012

Alcuni giorni fa vi avevamo annunciato la notizia, giunta da alcune indiscrezioni trapelate dalla NASA su una “straordinaria scoperta” effettuata dal rover Curiosity, il Mars Science Laboratori, che potrebbe cambiare i nostri libri di storia. Da allora, in attesa dell’American Geophysical Union (Società geofisica americana) che si svolgerà dal 3 al 7 Dicembre 2012 a San Francisco, sono state diverse le teorie sulla probabile scoperta.

 

Sembrerebbe che, fra le tante tesi sostenute dagli scienziati di tutto il mondo, quella più forte ed accreditata sarebbe quella sulle analisi effettuate su un campione di terreno marziano, prelevato dal rover Curiosity pochi giorni fa e sottoposto a SAM, Sample analysis at Mars, uno degli strumenti presenti a bordo del rover e capace di analizzare campioni di terreno ed identificarne gli eventuali composti organici, una sorta di laboratorio di chimica in miniatura, capace di analizzare nei dettagli qualsiasi campione sottoposto ad analisi. Il SAM sarebbe costituito da un Gascromatografo-spettrometro di massa ed uno spettrometro laser, con il compito di analizzare gas e composti organici eventualmente presenti nei campioni atmosferici e del suolo.

Che si tratti delle tanto cercate tracce di vita su Marte?

Un’altra teoria vorrebbe l’individuazione, sempre da parte del rover e del suo strumento SAM, delle tracce di metano nell’aria di Marte. Molti scienziati infatti sono ansiosi di sapere se vi sia la sua presenza perché potrebbe indicare la passata presenza di forme di vita.

Intanto Curiosity utilizzando MRO Mars Reconnaissance Orbiter, la navetta spaziale che orbita intorno al Pianeta Rosso, sarebbe riuscito ad osservare una tempesta di polvere marziana, che avrebbe anche prodotto cambiamenti atmosferici facilmente rilevabili, come la riduzione della pressione atmosferica ad esempio. MRO, poichè la sabbia risulta assorbire la luce solare invece di rifletterla, avrebbe anche registrato un aumento di temperatura, circa 25°C.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *