Anno 2011: Record inquinamento da gas serra

La World Meteorological Organization, ha oggi pubblicato il suo Bollettino annuale sui gas serra, con all’interno dei dati piuttosto allarmanti, per la quantità di gas dispersi nell’aria e per gli eventuali effetti, devastanti, che essi avrebbero sul riscaldamento globale del nostro pianeta.

 

Dallo studio effettuato dalla World Meteorological Organization (WMO, Organizzazione meteorologica mondiale), analizzando la concentrazione atmosferica dei gas a effetto serra, aumentata principalmente a causa della CO2, un gas tra i più longevi, emergerebbe un nuovo record per la quantità di gas a effetto serra rilevati nell’atmosfera lo scorso anno, con un aumento del 30% rispetto ai livelli registrati nel 1990. L’Organizzazione, si avvale della Global Atmosphere Watch Network, una rete di più di 50 Paesi in tutto il mondo, attraverso la quale riesce ad avere dati e misurazioni accurate sulla concentrazione dei gas serra, sulla loro origine e sulle reazioni chimiche che esse provocano. Oltre al biossido di carbonio (CO2), a maltrattare l’atmosfera vi sarebbero anche il metano (CH4) e il protossido di azoto (N20), molto diffusi. Il volume di biossido di carbonio, sarebbe cresciuto ad un livello simile del decennio precedente, raggiungendo le 390,9 parti per milione (ppm), ben il 40% maggiore del livello preindustriale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *