Musetto flessibile per la Red Bull di Vettel: ecco la tecnologia

In molti se ne sono accorti nel corso dell’ultimo gran premio di F1, ad Abu Dhabi. Nel corso del primo pit stop del campione della Red Bull si vede come il meccanico addetto allo smontaggio del musetto della monoposto riesca addirittura a torcerlo come se fosse di gomma. E’ una delle tante trovate geniali di Adrian Newey che stanno permettendo alla Red Bull di dominare in questo finale di stagione. Per chi non lo avesse ancora visto, ecco il video del pit stop dove si vede chiaramente il musetto flessibile della monoposto di Vettel.

http://www.youtube.com/watch?v=_JN0F5H29v0&feature=player_embedded

Divampano le polemiche del popolo della rete perché, secondo le normative della formula 1, quel componente debba avere una particolare rigidità e si pensa che forse la Red Bull sia arrivata ai limiti del regolamento. Sta di fatto che il materiale progettato dalla Red Bull, riuscendo a flettersi nei momenti di maggiore carico, permette di creare un effetto simile al mas damper, riuscendo così a smorzare vibrazioni che andrebbero altrimenti a gravare completamente sulle sospensioni.

In quest’altro video https://www.youtube.com/watch?v=zRhfw8i64UM&feature=related si vede come la Red Bull utilizzi già da tempo un musetto altamente flessibile, forse segreto di tante vittorie negli anni passati. Nel video si vede come la parte anteriore della monoposto, proprio in punta, presenti una leggera ma aerodinamicamente significativa flessione che ne migliora notevolmente le prestazioni. La FIA aveva cercato di limitare la flessibilità dei componenti ma, come si vede dal video di Abu Dhabi, la Red Bull adotta ancora un sistema flessibile e avanzatissimo progettato dagli ingegneri guidati da Newey.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *