Siemens si concentra sulle energie rinnovabili con le divisioni Wind e Hydro Power

Pianificata l’uscita dal business solare

 

Coerentemente con quanto stabilito nel Programma 2014, annunciato nei giorni scorsi, Siemens intende modificare la strategia di business e la struttura organizzativa legate alle energie rinnovabili. L’azienda prevede il disinvestimento dal solare e attualmente sono in corso colloqui con potenziali acquirenti. Siemens concentrerà sull’eolico e l’idroelettrico le proprie attività nell’ambito delle energie rinnovabili.

Conseguentemente, il Settore Energy viene ridimensionato e la divisione Solar & Hydro cessa l’attività. La focalizzazione sulle attività principali è uno dei cinque punti definiti nel Programma 2014.

 

Il contesto di riferimento variato, la crescita del settore viepiù rallentata e una sempre maggiore pressione sui prezzi nel mercato del solare, hanno modificato le aspettative della società, rendendole progressivamente sempre meno soddisfacenti. “Il mercato globale del solare a concentrazione segna oggi un drastico calo da quattro gigawatt a poco più di un gigawatt. In questo contesto, quindi, sono le aziende specializzate ad essere in grado di massimizzare gli sforzi” ha dichiarato Michael Süß, membro del Managing Board di Siemens AG e CEO del Settore Energy. Siemens, inoltre, intende separare le attività nel campo del fotovoltaico da quelle inerenti la divisione Solar & Hydro, e sta portando avanti colloqui per la vendita di queste attività. Siemens continuerà a garantire l’offerta di prodotti per gli impianti solari termici e fotovoltaici, come ad esempio turbine vapore, generatori, tecnologie per le reti, e sistemi di controllo, che sono prodotti al di fuori della divisione Solar & Hydro.

 

Le due Business Unit, Solar Thermal Energy e Photovoltaic, proseguiranno le loro attività fino alla vendita. Di conseguenza gli obblighi contrattuali esistenti non subiranno conseguenze. Nel bilancio della Società le due Business Unit verranno presentate separatamente dal Settore Energy, come Discontinued Operations. Le restanti attività della Divisione Solar & Hydro (Hydro Power e Solutions for Energy Storage Devices) rimarranno all’interno del Settore Energy. Le attività idroelettriche includono la joint venture con Voith Hydro per la realizzazione dei tradizionali impianti idrici e per il business delle turbine in mare, acquisito integralmente nella primavera 2012. “L’importanza delle energie rinnovabili nel mix energetico globale continuerà a crescere. L’energia idrica e quella eolica rimarranno le fonti principali tra quelle rinnovabili, ed è quindi in questi ambiti che si concentreranno le nostre attività. Più di 7.000 dipendenti lavorano nella divisione Wind Power e altri 2,000 nel relativo service business; la divisione inoltre, possiede un backlog di oltre 10 miliardi di euro. Siemens è leader nel mercato offshore dell’energia eolica e stiamo facendo importanti progressi anche nel mercato onshore”, ha aggiunto Süß.

 

In futuro, il Settore Energy comprenderà le divisioni Fossil Power Generation (centrali termoelettriche), Wind Power, Oil & Gas (soluzioni per l’industria petrolifera e del gas e delle piccole e medie centrali termoelettriche) e Power Transmission. I relativi service business saranno inclusi all’interno di Fossil Power Generation, Wind Power e Oil & Gas. La Divisione Solar & Hydro ha generato nell’ultimo anno fiscale un fatturato in milioni di Euro che si colloca nella fascia bassa a tripla cifra e conta circa 800 dipendenti, di cui 200 in Germania.

 

Per accedere alla Press Room di Siemens Italia: www.siemens.it/press

 

Didascalia:
L’importanza dell’energia da fonti rinnovabili è in crescita in tutto il mondo. Siemens prevede che l’energia da fonti rinnovabili rappresenterà, nel 2030, il 28% del mix energetico globale. Secondo le stime di Siemens, il consumo di energia globale salirà da 22.100 terawatt/ore (TWh) a 37.100 TWh nel 2030. L’energia idroelettrica ed eolica continueranno a contribuire maggiormente nella quota di energia da fonti rinnovabili.

 

***

 

Siemens rappresenta una delle più importanti multinazionali al mondo che opera nei settori dell’industria, dell’energia e della sanità fornendo, inoltre, soluzioni all’avanguardia per le infrastrutture delle città e delle aree metropolitane. Distinguendosi da oltre 160 anni per innovazione, qualità, affidabilità, eccellenza tecnologica e internazionalità, Siemens è il più importante fornitore a livello globale di tecnologie ecosostenibili, grazie alle quali

ha generato il 40% del proprio fatturato totale. Con circa 360.000 collaboratori, l’azienda ha chiuso il 30 settembre

l’esercizio fiscale 2010/2011 con un fatturato di 73,5 miliardi di Euro e un utile netto di 7 miliardi di Euro. In Italia, Siemens, che conta su oltre 4.800 collaboratori, ha chiuso l’esercizio 2010/2011 con fatturato e ordini a 2,5 miliardi

di Euro. Tra le maggiori realtà industriali attive nel nostro Paese, Siemens possiede stabilimenti produttivi e centri

di competenza e ricerca & sviluppo di eccellenza mondiale.

www.siemens.it

 

Il Settore Energy di Siemens è il principale fornitore al mondo di una gamma completa di prodotti, servizi e soluzioni per la produzione di energia sia nelle centrali termoelettriche che da fonti rinnovabili, per la trasmissione

di energia e per l’estrazione, trasformazione e trasporto di petrolio e gas. Nell’esercizio fiscale 2011, il Settore Energy di Siemens ha chiuso, il 30 settembre, l’anno fiscale con un fatturato di circa 24,9 miliardi di euro e ha ricevuto nuovi ordini per un totale di oltre 31,8 miliardi di euro registrando un utile di più di 3,9 miliardi di euro. Dal 1

ottobre 2011, il Settore Energy conta più di 82.000 collaboratori nel mondo.

www.siemens.com/energy.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *