Dal Metropolitan di New York all’HangarBicocca di Milano. Tomás Saraceno torna a sorprendere e la sua arte rimane “sospesa” dal 25 ottobre 2012 al 3 febbraio 2012

Un’utopia diventa realtà

grazie al lavoro di ricerca di un team internazionale e al sostegno di Pirelli

Un ricco programma di attività gratuite per tutti:

rassegne cinematografiche, visite guidate, percorsi creativi per i più piccoli

 

Dal 25 ottobre 2012 al 3 febbraio 2013 HangarBicocca presenta On Space Time Foam, un grande progetto espositivo di Tomás Saraceno, artista visionario conosciuto per le sue sorprendenti strutture che coinvolgono il pubblico in esperienze spaziali ed emozionali straordinarie. E’ il primo artista ad essere stato invitato a Boston per il nuovo progetto di residenza del Center for Art, Science & Technology (CAST) del prestigioso Massachussets Institute of Technology (MIT) di Boston.

L’intervento monumentale è costituito da una superficie trasparente sospesa a 24 metri di altezza, dell’ampiezza di 400 metri quadrati su tre strati, per un totale di 1.200 metri quadrati. Un lavoro di creatività e ricerca scientifica reso possibile, con il sostegno di Pirelli, dall’interazione di competenze e esperienze nei campi più diversi del sapere.

E inoltre HangarBicocca continua anche per la stagione invernale l’intenso programma di iniziative gratuite per diversi tipi di pubblici: visite guidate, rassegne cinematografiche e attività per i bambini.


Vive e lavora “sul pianeta terra e oltre” si legge nella biografia ufficiale di Tomás Saraceno, nato in Argentina, a San Miguel de Tucumán, trentanove anni fa. Artista, architetto e cittadino del mondo che da sempre studia universi alternativi, Tomás Saraceno porta a Milano un’installazione site-specific inedita, capace di coniugare scienza e arte. A cura di Andrea Lissoni, il progetto di Saraceno si affiancherà all’installazione audiovisiva di Carsten Nicolai unidisplay (fino al 2 dicembre).

 

On Space Time Foam è una struttura formata da tre livelli di membrana spessa e trasparente innalzata e incastonata sulle pareti del “Cubo” di HangarBicocca per un’estensione di 400 metri quadrati. L’ampia pellicola morbida e fluttuante accoglie i visitatori che si trovano a muoversi a mezz’aria, librandosi tra il pavimento e il soffitto, tra la terra e il cielo: portando chi la fruisce alla perdita delle coordinate spaziali.

L’artista si misura con il concetto di limite sfidandolo e arrivando a concepire un dispositivo mai realizzato prima, che viene attivato dalla partecipazione del pubblico. On Space Time Foam trasforma l’architettura in un organismo vivente, che respira grazie ai movimenti di chi la attraversa, rendendo visibili le infinite relazioni che ci legano allo spazio. Come spiega l’artista, “le membrane che costituiscono il nucleo abitativo di HangarBicocca sono costantemente modificate dal clima e più semplicemente dai movimenti delle persone. Ogni passo, ogni respiro modifica l’intero spazio: una metafora di come le nostre interrelazioni condizionano la terra”.

 

L’opera, che ha richiesto mesi di progettazione ingegneristica e test statici, rappresenta un importante momento nel processo di studio e sperimentazione dell’opera di Tomás Saraceno, sempre in bilico tra ricerca dell’impossibile e rigore scientifico. On Space Time Foam è infatti realizzata grazie alla collaborazione tra un team di ingegneri e Lindsrand Technologies, azienda leader nella ricerca e nella produzione di prodotti e materiali aerostatici, di mongolfiere e di veicoli spaziali creati anche per l’ESA (European Space Agency). L’opera per HangarBicocca è la concretizzazione di un sogno utopico, quello del volo e della leggerezza al di là dei vincoli della fisica attraverso una sperimentazione di materiali e tecniche mai utilizzati in precedenza.

Frutto della visionarietà dell’artista-architetto, di elaborati studi scientifici e di sinergie tra competenze e esperienze differenti, il progetto è stato reso possibile grazie al sostegno di Pirelli, che sulla costante dialettica tra rigore della ricerca tecnologica e capacità di guardare agli scenari del futuro, ha costruito la sua storia d’impresa sempre aperta al nuovo.

On Space Time Foam si pone come un lavoro centrale nel percorso di sperimentazione di Saraceno, primo artista ad essere invitato al nuovo progetto di residenza del Center for Art, Science & Technology (CAST), del prestigioso Massachussets Institute of Technology (MIT) di Boston. Partendo dal progetto creato per HangarBicocca, l’artista coinvolgerà studiosi, scienziati e Premi Nobel per analizzare la fattibilità di un vero e proprio modello abitativo, dando vita a una biosfera fluttuante da posizionare tra le isole Maldive, con pannelli solari e un sistema per desalinizzare l’acqua marina.

 

On Space Time Foam rientra nella ricerca che da anni l’artista porta avanti sulla creazione di sistemi volanti, come ad esempio piattaforme capaci di cambiare forma e di mutare grazie all’interazione del pubblico. Nei suoi lavori il contesto strutturale, le forme ambientali e i materiali innovativi si fondono per dare vita a progetti dalla forte carica ideale che abbattono qualsiasi barriera disciplinare, e che focalizzano l’attenzione sulla poetica dello spazio e sulle dinamiche sociali Cloudy City e Airport City sono progetti in progress, sistemi di opere che nel loro insieme costituiscono una riflessione articolata su grandi temi del presente come la necessità di concepire nuovi stili di vita, nuove modalità di viaggiare e di comunicare, soluzioni ecosostenibili per la creazione di architetture non omologate, nuove relazioni interpersonali e, in ultima istanza, nuove forme di libertà.

 

 

HB Public: un fitto programma di eventi e attività per il pubblico

Anche per la mostra On Time Space Foam HangarBicocca mette a punto il programma HB Public, un calendario di appuntamenti e momenti d’approfondimento, proiezioni cinematografiche, visite guidate, incontri ed eventi rivolto a tutti, ad ingresso gratuito. Il giovedì sera è dedicato al cinema con Rassegna d’autore – I film scelti da Tomás Saraceno: una selezione di opere cinematografiche scelte per far avvicinare il pubblico ai mondi di riferimento dell’artista, un appuntamento ormai consolidato che arricchisce di significati l’opera degli artisti esposti in HangarBicocca. HangarBicocca organizza anche visite guidate ogni domenica, alle ore 17.00, con esperti e storici dell’arte alla scoperta delle installazioni permanenti e delle mostre in corso, e due appuntamenti speciali, l’8 e il 22 novembre alle ore 19.00, con Andrea Lissoni – per il ciclo di incontri Aperitivo col curatore – momenti informali per approfondire tematiche e contenuti con chi ha pensato e realizzato le mostre in corso, per confrontarsi con professionisti del settore, per incontrarsi e discutere attorno all’arte contemporanea.

 

HB Kids: percorsi creativi e rassegne cinematografiche per i più piccoli

Prosegue il programma di attività proposto da HangarBicocca per avvicinare i bambini e i ragazzi all’arte contemporanea e ai suoi linguaggi. Gli Arts Tutor, personale qualificato nella didattica culturale, accompagneranno i giovani visitatori alla scoperta del progetto espositivo, stimolando la loro curiosità attraverso il dialogo e l’analisi di forme e contenuti. Le attività sono proposte durante il weekend per le famiglie e durante la settimana per le scuole con HB School, il nuovo programma di HangarBicocca appositamente concepito per gli istituti scolastici di ogni ordine e grado. Sono previste inoltre rassegne cinematografiche realizzate in collaborazione con il MIC – Museo Interattivo di Cinema per avvicinare il pubblico più giovane ai linguaggi dell’arte utilizzando la forza comunicativa del cinema.

 

La Fondazione HangarBicocca

HangarBicocca è una Fondazione presieduta da Marco Tronchetti Provera. Pirelli è Socio Fondatore Promotore della Fondazione ed è affiancata dai Soci Fondatori Regione Lombardia e Camera di Commercio di Milano: i tre partner condividono la visione della cultura e dell’arte contemporanea come uno dei principali motori dello sviluppo. Per Pirelli, in particolare, HangarBicocca è il naturale proseguimento di una cultura d’impresa che da sempre pone al centro la ricerca e l’innovazione. Attraverso la sponsorizzazione delle mostre Pirelli garantisce la qualità internazionale della programmazione di HangarBicocca e la possibilità di produrre installazioni site-specific progettate e realizzate internamente: un contributo che fa di questo centro per l’arte una vera e propria officina progettuale i cui processi di ricerca e di innovazione ben riflettono i valori dell’impresa.

Info per il pubblico
Tomás Saraceno, On Space Time Foam
Opening 25 ottobre, ore 19.00
Dal 26 ottobre al 3 febbraio 2013
Aperta al pubblico dal giovedì alla domenica, dalle 11.00 alle 23.00
Ingresso gratuito

HangarBicocca Via Chiese 2 Milano http://www.hangarbicocca.org/
info@hangarbicocca.org / tel. 02.6611.1573
Ufficio Stampa HangarBicocca
Angiola Maria Gili – angiola.gili.ex@hangarbicocca.org / tel. 335 6413100
Stefano Zicchieri – stefano.zicchieri.ex@hangarbicocca.org / tel. 334 6160366

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *