Curiosity scopre un fiume su Marte

Finalmente Curiosity, il robot laboratorio della Nasa, identifica delle tracce di acqua di un vecchio fiume e manda le prime immagini della straordinaria scoperta sulla Terra.

Pare che in questo posto in passato l’acqua scorresse abbondante, tanto da solcare la superficie marziana e questa sarebbe la prima indicazione dell’esistenza di un ambiente potenzialmente abitabile sul Pianeta rosso. Le immagini, rese note solo oggi, sarebbero state scattate dalla sonda il 6 agosto scorso e gli esperti di Cape Canaveral le hanno analizzate più dettagliatamente, per essere certi della scoperta. Ormai appare certo che Marte, un tempo, ospitava forme di vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *