Quali sono i pro e i contro del misuratore adsl ne.me.sys

Una delle ragioni più diffuse nel cambiare tariffa è la velocità della connessione adsl inferiore ai valori stabiliti nell’offerta.

Prima di procedere nel passaggio di operatore è utile tentare un reclamo  perchè il gestore  provi a ripristinare i parametri prefissati.

Gli operatori fornitori di connettività di banda larga non possono opporsi al reclamo per aver indicato una velocità teorica con la formula generica “fino a ” in quanto l’Autorità ha imposto loro l’obbligo di stabilire nelle tariffe adsl gli standard specifici dei valori minimi al di sotto dei quali il cliente ha diritto al rispetto dei parametri prefissati.

Prima di presentare reclamo occorre accertarsi della velocità effettiva della propria connessione adsl e a tale scopo l’Agcom ha realizzato il software ne.me.sys, di cui è stata rilasciata una nuova versione, scaricabile gratuitamente e una volta installato sul pc e avviato, scansiona con cicliche misurazioni la velocità adsl nell’arco di 24 ore. Il programma può essere interrotto  a condizione che venga completata la misurazione entro 3 giorni .

La complessità del test mette a rischio il buon esito della verifica e spiega la ragione dello scarso successo riscosso dal programma tale da essere preferito dal più popolare speedtest che effettua la misurazione on line in pochi minuti indicando i parametri di velocità in download e upload.

I valori riscontrati dallo speed test possono soddisfare la curiosità immediata di sapere quale velocità ci fornisce il provider ma non costituiscono un valore di prova a differenza dei risultati del tool ne.me.sys. certificati da un report in pdf e utilizzabili per proporre un reclamo formale e recedere dal contratto per giusta causa se permane la situazione di connessione scadente.

Nell’ultimo caso si tratta di un vero e proprio diritto esercitabile senza che il cliente sostenga i costi del recesso per la linea adsl a causa dell’inadempimento dell’operatore che non garantisce la velocità di banda minima.

Il profilo voce, tuttavia, continua ad avere validità e il cliente che ha risolto il contratto adsl con il programma ne.me.sys e vuole attivare un nuovo abbonamento deve disdire il servizio voce ad  un costo stabilito discrezionalmente da ciascun operatore.

Il servizio trovatariffe che offre un servizio on line di assistenza e consulenza per telefonia – adsl, a differenza dei comuni comparatori adsl che si limitano a confrontare senza tener conto dei consumi del cliente, ha analizzato i costi della disdetta dei contratti solo voce e adsl -voce dei principali provider sia nei casi di passaggio ad un altro operatore che di cessazione della linea ed ha riscontrato che nel 67% dei casi il costo della disdetta per entrambi i profili solo voce e adsl-voce è identico.

Di conseguenza il programma ne.me.sys. è utile per proporre un reclamo all’operatore e risulta meno conveniente per sciogliere il contratto con alcuni gestori che applicano dei costi per la disdetta voce equivalenti alla disdetta adsl-voce.

La gratuità del recesso adsl per inadempimento è controbilanciato dai costi del recesso del contratto voce rendendo superfluo seguire la lunga e complessa procedura di misurazione con ne.me.sys.

Solo per le tariffe adsl naked che non prevedono il profilo voce, il recesso con il programma nemesys non comporta spese aggiuntive.

Vitale Antonio

1 comment for “Quali sono i pro e i contro del misuratore adsl ne.me.sys

  1. 2012-09-25 at 15:01

    Ottimo articolo,
    noi nel nostro piccolo cerchiamo di dare un indicazione con il nostro sito http://www.adsl-test.it, ma purtroppo la situazione dell’adsl in Italia è un colabrodo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *