La popolazione umana si differenziò 100mila anni fa

Uno studio genetico pubblicato sulla rivista scientifica Science e condotto da un team internazionale coordinato dall’università svedese di Uppsala, su alcuni popoli dell’Africa sub-sahariana, avrebbe dimostrato che le popolazioni umane avrebbero cominciato a differenziarsi circa 100 mila anni fa, ossia molto prima della migrazione dell’uomo moderno fuori dal continente africano.

La scoperta si basa sull’analisi di circa 2,3 milioni di varianti del Dna per individuo ed è molto importante perché cambierebbe le precedenti teorie sull’evoluzione dell’uomo, che vogliono la differenziazione umana posizionata cronologicamente molto più tardi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *