Salute: nuovo laser rinnova la cornea

Fino ad oggi, il trapianto di cornea avveniva con una operazione, con l’utilizzo di bisturi e tecniche chirurgiche, ma studio appena presentato, apre la strada al futuro, con nuove tecniche basate sul laser.

Per ovviare ai tanti limiti e difficoltà cui si incappava con l’utilizzo della tecnica tradizionale, sarebbe stato messo a punto un nuovissimo laser a femtosecondi, che avrebbe mostrato una serie di vantaggi in più. Lo strumento avrebbe infatti mostrato una maggiore velocità di cicatrizzazione, un minore astigmatismo finale, una migliore acuità visiva, la possibilità di asportate le suture dopo soli 6 mesi (contro i 12 mesi della precedente tecnica), una ripresa visiva più rapida, nel giro di qualche settimana ed una migliore integrazione del tessuto trapiantato. Una precisione inarrivabile rispetto agli strumenti manuali.

 

Lo strumento è un laser a infrarossi che emetterebbe degli impulsi ultra corti di durata infinitesimale, nell’ambito dei femtosecondi; degli impulsi contigui vengono localizzati nello spessore della cornea, sezionando soltanto il tessuto calcolato, creando così dei tagli con una forma e ad una profondità predeterminata con precisione assoluta.

Le patologie che più necessitano del trapianto di cornea sono il cheratocono, una irregolarità di curvatura corneale, l’edema cronico con opacizzazione della cornea ed i leucomi. In Italia si contano circa 5mila trapianti di cornea l’anno ed il nostro Paese è il primo in Europa per la donazione di cornee con circa 7.246 donatori nel 2011 che, rispetto al 2010, rappresentano un incremento dell’8%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *