Solo cinque geni per un identikit facciale

In futuro potremo avere degli identikit del viso attraverso un piccolo campione di Dna, un primo passo verso la creazione di un “identikit genetico”.

È questo il risultato di uno studio internazionale coordinato dall’Olanda, con l’Erasmus University Medical Center di Rotterdam, nell’ambito del consorzio universitario VisiGen, l’International Visible Traits Genetics Consortium, e pubblicato sulla rivista Plos Genetics, basatosi sull’analisi del Dna di circa 10.000 persone e misurandone i parametri facciali tramite una risonanza magnetica ed alcuni ritratti fotografici, mappando i punti di riferimento del viso, stimando le distanze facciali.

 

Dalla ricerca sarebbe emerso che sono solo cinque i geni coinvolti nella forma del viso, collegati tra loro con differenti caratteristiche del viso stesso. In futuro potrebbe essere possibile eseguire un ritratto solo sulla base del Dna di una persona, una applicazione molto interessante ad esempio nella genetica forense.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *