Scoperto l’anello mancante tra cellule staminali ed immunitarie

Una straordinaria ricerca dell’University of California di Los Angeles, coordinato da un team di immunologi americani, potrebbe aprire le porte alla comprensione dei meccanismi che intervengono nella formazione di un sistema immunitario sano, di come le malattie possano provocare un peggioramento del suo funzionamento e di come la malattia possa condurre ad una debole funzione immunitaria, perché avrebbe scoperto delle cellule indicate come l’anello mancante fra le cellule staminali del midollo osseo e quelle del sistema immunitario.

Lo studio guidato da Gay Crooks, co-direttrice del programma Cancer and Stem Cell Biology del Centro comprensivo sul Cancro presso l’UCLA, sarebbe stato condotto usando midollo osseo umano, che contiene tutte le cellule staminali che producono il sangue durante il periodo post-natale, cellule che vivono per sempre, si riproducono e danno origine a tutte le cellule del sangue.

 

Il processo studiato, vede queste cellule dividersi e produrre cellule di fasi intermedie di sviluppo, chiamate progenitori, che a loro volta portano a diversi tipi di cellule del sangue come i globuli rossi o le piastrine. Osservando la creazione dei progenitori dei linfociti del sistema immunitario, sarebbe stato possibile individuare un tipo molto primitivo di progenitore linfoide, capace di produrre l’intero sistema immunitario.

Con la ricerca gli scienziati sono riusciti a dimostrare che oltre ad un’espressione genetica particolare per se stesse, le cellule linfoidi primitive condividono una serie di geni con le cellule staminali del midollo osseo, rivelando quanto questi geni siano importanti nella creazione di tutte le cellule del sistema immunitario. Lo studio, pubblicato nel numero del 2 settembre sull’edizione online della rivista Nature Immunology, potrebbe permettere la manipolazione del midollo osseo, aiutando a creare un sistema immunitario più forte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *