Produrre energia di notte? Ci pensa il Diamante Fotovoltaico

Fonte: http://www.architetturaecosostenibile.it/

A partire da quest’anno a Roma è stato dato il via a diversi interventi di innovazione energetica, come le pensiline fotovoltaiche per le auto elettriche inaugurate ad aprile durante il convegno “Il fotovoltaico per Roma, Capitale della sostenibilità ambientale”.

Ma la vera novità è la realizzazione del Diamante: una centrale fotovoltaica di ultima generazione, in cui l’interessante innovazione è rappresentata dal sistema di integrazione tra la produzione di energia dal sole, con l’accumulo di quella in esubero, mediante un accumulatore sotterraneo, che permetterà quindi di avere a disposizione energia solare anche di notte.

Il diamante è una cupola geodetica di Fuller, di vetro e acciaio, che si compone di 38 pannelli fotovoltaici a celle monocristalline di ultima generazione.

Questo particolare impianto fotovoltaico è in via di realizzazione, in un piccolo parco di fronte alla sede della  facoltà di Architettura Valle Giulia, dal quale è possibile ammirare uno splendido panorama immersi tra la storia e la natura: ci troviamo infatti nel cuore di villa borghese e il parco in questione si affaccia sulla bellissima Villa Giulia. In questo contesto spaziale, il valore aggiunto del Diamante da un punto di vista formale aggiunge ben poco, ma è un indubbio passo avanti nel campo delle energie rinnovabili.

Fonte: http://www.architetturaecosostenibile.it/curiosita/varie/diamante-fotovoltaico-produce-energia-notte-891.html

1 comment for “Produrre energia di notte? Ci pensa il Diamante Fotovoltaico

  1. 2012-08-21 at 14:22

    Architettura e energia solare all’unisono! Chi ha progettato la struttura? Una mente italiana o straniera?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *