Medicina: Curare Morbo di Huntington con Impianto nel Cervello

Recenti studi avrebbero dimostrato come i fattori neurotrofici, fondamentali per lo sviluppo e la sopravvivenza dei neuroni, abbiano un potenziale terapeutico e rigenerante per malattie neurologiche, come ad esempio il Morbo di Huntington, conosciuto scientificamente con il nome di Còrea Maior, una malattia degenerativa del sistema extrapiramidale che si presenta con disturbi del movimento, fra cui còrea, disturbi cognitivi e del comportamento fra i 40 ed i 50 anni.

 

Una recente ricerca effettuata da un team danese dell’NsGene A/S di Ballerup, guidato da Jeans Torna avrebbe impiantato un dispositivo per l’inserimento di fattori neurotrofici geneticamente studiati nel cervello di alcune cavie da laboratorio ed i risultati sarebbero stati sorprendenti. Il dispositivo si chiama “Encapsulated Cell (CE) biodelivery” e sarebbe una piattaforma che utilizzerebbe le tradizionali procedure neurochirurgiche mini-invasive per indirizzare le strutture cerebrali profonde attraverso le proteine terapeutiche.

Questo strumento non è altro che una sonda ottenuta incapsulando una ponteggio polimerico, in gergo medico “scaffold”, in una membrana a fibra cava, con il compito di fornire alle cellule una superficie sulla quale far attecchire il fattore neurotrofico.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *