Salute: dormire poco aumenta il rischio ictus

Uno studio americano sugli eventuali effetti della mancanza di sonno, ha messo in allarme l’intera comunità scientifica.

 

La ricerca, condotta da un team dell’University of Alabama negli USA e presentata al meeting annuale degli esperti del settore “Sleep 2012”, pare sia riuscita a dimostrare come i soggetti incapaci di dormire almeno sei ore a notte, svilupperebbero seri rischi di ictus cerebrale, quattro volte superiore rispetto alla media e soprattutto gli adulti di mezza età e gli anziani.

 

Gli studiosi hanno monitorato la salute di circa 5.600 volontari per tre anni, tutti i soggetti erano sani al momento dell’inizio della ricerca, non avevano precedenti clinici di ictus o mini-ictus ischemico, non presentavano problemi di respirazione o di apnea del sonno e la loro massa corporea era nei parametri regolari.

 

Alla fine dei test, il risultato è apparso sconcertante. I soggetti che dormivano meno di sei ore, avevano probabilità più alte 4 volte e mezza di contrarre un ictus, soprattutto in relazione ai soggetti che riuscivano a dormire le 7-9 ore al giorno consigliate dai medici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *