Quinto conto energia 2012: il decreto verrà rivisto, sì alle mozioni

La conferenza Stato Regioni probabilmente modificherà il testo del Quinto conto energia 2012 accogliendo le mozioni sul conto energia e sulle rinnovabili elettriche non fotovoltaiche approvate in senato.

Si avrà così meno burocrazia, regole certe e sicure e incentivi mirati rimanendo sempre in attesa di decreti specifici per rinnovabili temriche e biometano.

Grande soddisfazione per gli addetti ai lavori che vedono accolte, almeno in parte le loro richieste a fronte di un decreto iniziale che avrebbe creato forte instabilità e incertezza nel settore.

Ora si spera che le richieste vengano definitivamente accolte, riducendo notevolmente la burocrazia e creando una nuova fiducia nel settore delle rinnovabili, già fortemente penalizzato negli ultimi mesi dalle continue voci di cambiamento.

Seguiranno aggiornamenti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *