Una lavatrice virtuale per i test; con la simulazione informatica Whirlpool aumenta l’affidabilità e taglia tempi e costi

Con “Hardware in the loop”, il team Advanced devolopment Whirlpool coordinato da Paolo Crosta si classifica 2° nel Premio “Nicola Chiari” per la miglior applicazione di misura e automazione.

 

I test per le lavatrici? Più affidabili, rapidi ed economici se virtuali. Lo ha dimostrato il team Fabric Care Advanced Development di Whirlpool con “Hardware in the loop” (HIL), un modello matematico che simula una lavatrice e permette di testare algoritmi o software in alternativa alle classiche verifiche fatte in laboratorio su elettrodomestici reali. Grazie a questo modello Whirlpool si è aggiudicata il secondo posto nella settima edizione del Premio Nicola Chiari per la migliore applicazione di misura e automazione assegnato a Roma durante NI Days, il Forum tecnologico sulla progettazione grafica di sistemi.

 

«Questo riconoscimento conferma l’eccellenza della nostra innovazione –ha dichiarato Paolo Crosta, coordinatore del team Whirlpool Fabric Care Advanced Development–. Simulazioni di questo tipo sono molto diffuse nei settori dell’auto, nella farmaceutica e nell’energia; evidentemente aver pensato questa applicazione nella tecnologia degli elettrodomestici dimostra la posizione di leadership di Whirlpool». Il team Whirlpool, che opera nel sito di Cassinetta di Biandronno, è formato da Gaetano Paviglianiti, Marco Cavigliani e Matteo Paolella.

 

L’applicazione più significativa di “Hardware in the loop” riguarda la tecnologia Sesto senso, ossia il sistema di sensoristica di Whirlpool che ottimizza prestazioni e consumi di un elettrodomestico sulla base dei dati rilevati durante il funzionamento. Nella simulazione, il modello matematico si interfaccia con la scheda elettronica (o il sensore) che andrà in produzione velocizzando i test, risparmiando risorse e permettendo di effettuare la verifica idraulica, meccanica e termodinamica su ogni modello di lavatrice prodotto in condizioni differenti.

 

«Ricerca e innovazione in Whirlpool hanno un obiettivo finale molto semplice: migliorare la vita del consumatore -dichiara Mauro Piloni, Vice Presidente Ricerca e Sviluppo Whirlpool corporation-. Il riconoscimento ricevuto dal nostro team è la miglior testimonianza della professionalità dei talenti giovani che lavorano con noi per implementare la qualità dei nostri prodotti: questa è la nostra ricetta per essere leader sul mercato».

 

 

Ulteriori info sul premio: http://italy.ni.com/nidays

 

 

Whirlpool EMEA e Whirlpool Corporation Con circa 11mila 500 dipendenti, una presenza sui mercati di oltre 30 Paesi europei e siti produttivi in sette Paesi, Whirlpool Europe, Middle East & Africa (EMEA) è una società interamente controllata da Whirlpool Corporation, l’azienda leader a livello mondiale nella produzione e commercializzazione di grandi elettrodomestici. Nel 2011, Whirlpool Corporation ha avuto un fatturato annuale di circa 19 miliardi di dollari, 68.000 dipendenti e 65 centri di produzione e di ricerca tecnologica in tutto il mondo. L’azienda commercializza i marchi Whirlpool, Maytag, KitchenAid, Jenn-Air, Amana, Consul, Brastemp, Bauknecht e altri importanti brand quasi in ogni paese del mondo. Il Centro Operativo Europeo di Whirlpool si trova in Italia, a Comerio (VA). Per ulteriori informazioni sull’azienda, consultate il sito Internet www.whirlpoolcorp.com o www.whirlpool.it.

Pierre Yves Ley // Media Relations Manager, Whirlpool Europe

Office +39 0332 759112 // Mobile +39 335 7277266 // pierre_ley@whirlpool.com // Whirlpool Corporation // www.WhirlpoolCorp.com

 

Ufficio stampa Whirlpool Emea: Eo Ipso srl

Info:  Marco Calini – Cell. 339.1544973, ufficio 0331 594166 – Mail: mcalini@eoipso.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *