L’aspirina, in piccole dosi giornaliere, potrebbe prevenire il cancro

Da questa ricerca, condotta dalla Oxford University, sembrerebbe che assumendo giornalmente una piccola dose di aspirina farebbe prevenire la comparsa di molte forme di cancro e la loro eventuale diffusione. All’aspirina quindi, oltre ai suoi rinomati effetti su ictus e attacco cardiaco, si dovrebbe dare un ulteriore beneficio: la prevenzione contro il cancro.

 

La ricerca raccoglie dati provenienti da 51 trials condotti su soggetti, dai 35 mila ai 77 mila, a rischio cardiaco ed in un primo momento sarebbe stato mostrato come una bassa dose quotidiana di aspirina (una sola pillola) per 3 anni, si ridurrebbe il rischio di cancro del 23% negli uomini e 25% nelle donne. Inoltre il rischio di morte risultava ridotto del 15%, arrivando anche al 37% se si assumeva quotidianamente aspirina da più di cinque anni. Successivamente, conducendo un secondo studio, si sarebbe visto come l’uso dell’acido acetilsalicilico si poteva inibire la formazione di metastasi del 36% e come l’effetto principale si registrasse per il rischio di adenocarcinoma metastatico, il tumore maligno che colpisce organi che contengono ghiandole, come la mammella o la prostata, che sarebbe ridotto del 46%.

 

Ciò mostrerebbe come l’aspirina potrebbe avere effetti benefici sul cancro ed in termini di prevenzione, avrebbe addirittura benefici superiori a quelli che ha sugli attacchi cardiaci e sugli ictus.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *