Ricercatori italiani in prima pagina su Science

Complimenti a Leo Miglio, Giovanni Isella, ricercatori delle università di Milano Bicocca, del Politecnico di Milano che, insieme ai colleghi Hans von Känel e Claudiu Falub del Politecnico di Zurigo sono finiti in prima pagina su Science. Tutto merito della loro ricerca di una tecnica per creare materiali ibridi praticamente perfetti, privi di micro difetti e di fratture interne.

Gli sviluppi più importanti potrebbero essere la produzione di chip ibridi con un rapporto qualità prezzo molto elevato e a costi ridottissimi. Tutto il mondo dell’elettronica è interessato a questa eccezionale ricerca che, grazie a questi nano tecnologici componenti creati dal team di ricerca, potrebbero rendere ancora più efficienti le attuali tecnologie fotovoltaiche.

La tecnologia messa a punto dai ricercatori prevede una nuova tecnica di impilamento dei componenti che ne migliorerebbe notevolmente la resa. Sono stati utilizzati nano materiali di silicio impilati in colonne in modo da massimizzare l’efficienza dei moduli elettrici e strati di germanio depositati con deposizione al plasma sulle colonne stesse.

Hanno collaborato al progetto anche Centro Interuniversitario per le Nanostrutture Epitassiali su Silicio e Spintronica L-NESS (del Dipartimento di Scienza dei Materiali dell’Università di Milano-Bicocca con il Dipartimento di Fisica e il Polo Territoriale di Como del Politecnico di Milano) e il Laboratorio di Fisica dello Stato Solido del Politecnico di Zurigo, insieme al Centre Suisse d’Electronique et de Microtecnique di Neuchatelle

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *