Dalla zeolite ecco la forma di energia rinnovabile per i generatori di calore del futuro

Generare energia termica rispettando l’ambiente è sempre stato difficile ma anche suggestivo e innovativo. Oggi ci troviamo a parlare di una recentissima intuizione di Vaillant che ad aprile lancerà sul mercato una nova pompa di calore a gas che verrà presentata alla fiera di Rho Pero. Le tradizionali pompe di calore sono ad aria o ad acqua e la particolarità di questa nuova invenzione di Vaillant sta nel fatto che si tratta di un generatore a pompa di calore del tipo zeolite/acqua e sarà denominato ZeoTherm.

Il sistema sfrutta una pietra, la zeolite, materiale estremamente igroscopico e dunque capac di assorbire il vapore acqueo dell’atmosfera, per attrarre le molecole di acqua all’interno dei suoi pori. Una volta immagazzinate le stesse molecole vengono frenate nel loro moto dalla struttura della zeolite stessa e trasmettono la loro energia cinetica alla pietra trasformandola in calore (secondo il noto principio della termodinamica che dice che nulla si crea, nulla si distrugge ma tutto si traforma). La pietra, a contatto con l’acqua, può raggiungere gli 80°C. Una volta generato calore questo viene messo a disposizione dell’impianto di riscaldamento. Come si può intuire è una scelta molto inovativa e soprattutto ecologica e priva di emissioni inquinanti.

Va anche detto però che la sola realizzazione di questi super generatori di calore dal funzionamento privo di emissioni hanno bisogno di essere utilizzati in edifici “energeticamente efficienti”, altrimenti tutto il beneficio generato da fonti rinnovabili viene disperso inutilmente.

Il sistema si compone di collettori solari termici, dal gas e dalla zeolite stessa.

Portata poi alla temperatura di 120°C, l’acqua può viene espulsa dalla zeolite sotto forma di vapore acqueo e il calore di condensazione risultante, detto di desorbimento, può anche essere recuperato per preriscaldare laddove ce ne fosse bisogno..

I costi dovrebbero essere ancora alti ma intanto complimenti per la geniale invenzione.

Di seguito un video ne spiega il funzionamento.

http://www.youtube.com/watch?v=hPkLSEgnDUQ

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *