Piante aliene in Antartide

Sarebbe tutta colpa dei turisti che, involontariamente, trasportano e depositano semi di ogni genere nell’ambiente del tutto incontaminato e bellissimo del continente bianco.

 

La ricerca, condotta da un gruppo di ricerca internazionale guidato dall’Università Stellenbosch, in Sud Africa e pubblicata sulla rivista dell’Accademia delle Scienze degli Stati Uniti (Pnas), stimerebbe come in Antartide siano arrivate oltre 2.600 piante estranee tra il 2007 e il 2008 e come questa importazione avvenga in maniera spontanea e del tutto casuale. Infatti i semi importati si troverebbero intrappolati in abiti e borse delle migliaia di turisti che approdano sul continente.

 

In media ogni visitatore trasporterebbe con se una decina di semi capaci poi di attecchire facilmente, favoriti dall’aumento delle temperature ed attualmente la zona più in difficoltà sarebbe quella della penisola antartica occidentale dove, il ritrovamento di molte piante aliene conferma le preoccupazioni sollevate dai ricercatori, che stando ai modelli realizzati, sarebbero capaci di modificare l’ecosistema entro il 2100.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *