Astronomia: ecco cosa offre il cielo di Marzo

IL SOLE

Si trova nella costellazione del Capricorno fino al 16, quando passa nella costellazione dell’Acquario.

1 marzo: il sole sorge alle 6.47; tramonta alle 18.03

15 marzo: il sole sorge alle 6.23; tramonta alle 18.19

31 marzo: il sole sorge alle 6.56; tramonta alle 19.37

La durata del giorno aumenta di 1 ora e 25 minuti dall’inizio del mese.

(Gli orari indicati sono validi per una località alla latitudine media italiana).

Fino al 24 marzo gli orari sono espressi in TMEC (Tempo Medio dell’Europa Centrale).

Dal 25 marzo gli orari sono espressi in Ora Estiva (o “Ora Legale”), pari ad un’ora in più rispetto all’Ora Solare o TMEC (Tempo Medio dell’Europa Centrale).

EQUINOZIO DI PRIMAVERA: il 20 marzo – alle ore 05.14 (TU).

 

I PIANETI

Mercurio: è visibile al tramonto fino a metà mese

Venere: è l’oggetto più notevole del cielo serale

Marte: è in opposizione il giorno 3 Marzo nel Leone ed è visibile per l’intera notte, ad oriente dove sorge nelle ore serali, a sud dove culmina nelle ore centrali della notte, a occidente prima del sorgere del Sole.

Giove: e condizioni di osservabilità sono quasi identiche a quelle di Venere, con cui si troverà in congiunzione il 15. Dopo la congiunzione Venere si mantiene ancora alta in cielo, mentre Giove si abbassa sempre più sull’orizzonte occidentale, riducendo sempre più il tempo disponibile per osservarlo. Giove si trova nella costellazione dell’Ariete.

Saturno: è visibile nella Vergine

Urano: scompare nel crepuscolo serale nei primi giorni del mese

Nettuno: è inosservabile

Plutone: si trova ancora nella parte alta della costellazione del Sagittario, dove è destinato a rimanere molto a lungo, fino al 2023. Lo si può osservare nelle ore che precedono l’alba.

 

COMETE

Anche in marzo la C/2009 P1 Garradd, sarà l’unico oggetto dotato di coda facilmente osservabile. Di code, a dire il vero, ne sfoggia un paio; evidenti in fotografia ma molto meno nel visuale. L’oggetto, piuttosto compatto, continua a mantenersi arroccato su un ottima settima magnitudine abbondante, facilmente percepibile già in piccoli binocoli. Sarà circumpolare per tutto il mese, osservabile comodamente già in prima serata non appena il cielo è buio. Trascorrerà la prima decade di marzo entro i confini dell’Orsa Minore per poi passare una settimana nel Dragone e i giorni restanti nell’Orsa Maggiore. Nei giorni 13 e 14 transiterà a circa un grado dalla Galassia NGC 4236 di magnitudine 9,7.

 

CURIOSITA’

1 Marzo 2009 : la prima sonda lunare cinese Chang’è 1 impatta sulla superficie lunare a fine missione

8 Marzo 1976: cade a Jilin (Cina) una pioggia di meteoriti; il maggiore è di 1774kg

10 Marzo 1977: J. Elliott scopre il sistema di anelli di Urano, grazie a un’occultazione stellare osservata dal KAO

13 Marzo 1781 William Herschel scopre il pianeta Urano, il primo identificato al telescopio

18 Marzo 2011: la sonda Messenger (NASA) diventa il primo satellite in orbita intorno a Mercurio

20 Marzo 1727: muore il fisico matematico inglese Isaac Newton, scopritore della Gravitazione Universale

21 Marzo 1928: muore l’astronomo inglese Edward Walter Maunder, studioso del ciclo solare

25 Marzo1786: nasce l’astronomo e ottico italiano Giovanni Battista Amici

28 Marzo 2004: transito eccezionale di tre satelliti in contemporanea sul disco di Giove

 

Fonte: http://www.meteoweb.eu/2012/03/astromonia-il-cielo-del-mese-di-marzo-2012/122071/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *