Ricerca: Cellule Staminali nel Tessuto Ovarico

Fino a pochi anni fa si pensava che ogni donna avesse un numero finito di ovociti, oltre i quali non sarebbero più in grado di riprodursi, dando vita alla fase della menopausa.

Da un recentissimo studio invece, pare emerga come nelle ovaie delle donne vi sia una fonte inestimabile di cellule staminali che potrebbero allontanare sia l’incalzare della menopausa, sia  aiutare le migliaia di donne affette da sterilità.

 

 

Nel lontano 2004 il team di ricerca del dottor Jonathan Tilly del Massachusetts General Hospital iniziò i primissimi esperimenti sui topi, scoprendo che gli esemplari femminili erano in grado di produrre ovociti anche durante la vita adulta grazie alla presenza di cellule staminali adatte a questo scopo. Le cellule ottenute condividevano tutte le potenzialità genetiche e di crescita delle loro equivalenti murine e nello stesso modo erano capaci di formare spontaneamente cellule con le caratteristiche degli ovociti. Queste cellule sono state iniettate in tessuto ovarico umano ottenuto con una biopsia. Gli esami del tessuto a 7 e 14 giorni dall’impianto, ha mostrato follicoli umani immaturi, con ovociti sia marcati sia non marcati.

1 comment for “Ricerca: Cellule Staminali nel Tessuto Ovarico

  1. SteRed
    2012-02-28 at 13:58

    Cellule staminali o no, non troverei giusto allontanare l’età della menopausa. Abbiamo davvero bisogno di donne che partoriscano anche a 70 anni? Sicuramente aiutare le donne sterili mi pare un obiettivo più giustificato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *