Scienza: Scoperto il perché le tigri hanno le strisce e i leopardi le macchie

Quante volte i nostri bambini nelle loro infinite ed innocenti domande, ci chiedono perché le tigri abbiano le strisce e i leopardi le macchie? Riuscite a rispondere o glissate con velata saggezza?

La scienza viene in nostro aiuto, scoprendone il motivo.

 

Pare che a controllare la formazione dei modelli che si ripetono in modo regolare negli animali, dalle strisce delle tigri e delle zebre, alle macchie dei leopardi, dalle vertebre ai follicoli dei capelli, fino alle nervature del palato siano una coppia di sostanze chiamate morfogeni.

Già nei lontani anni ’50 il matematico Alan Turino, formulò nelle sue equazioni che questi modelli siano originati da due morfogeni che lavorano in coppia, uno lavora come attivatore e l’altro come inibitore.  Ora dei ricercatori britannici del King’s College di Londra hanno dedicato la loro attenzione allo sviluppo delle nervature regolarmente spaziate presenti all’interno del palato dei topi ed hanno effettuato alcuni esperimenti su embrioni di topi, identificando la coppia. I due morfogeni sono stati denominati: Fgf, Fattore di crescita dei fibroblasti e Shh, Sonic Hedgehog.

Pare abbiano anche dimostrato come l’attivita’ di questi morfogeni, sia che essa aumenti o diminuisca, lo schema delle nervature nel palato dei topi cambia in modo regolare proprio come già aveva definito nelle sue equazioni Turing.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *