A Vulcano il magma ha una via preferenziale

Vulcano, un piccolo fazzoletto di terra delle isole Eolie, un arcipelago di origine vulcanica a nord-est della Sicilia che nel 2000sono state nominate patrimonio dell’umanità dall’UNESCO proprio per i fenomeni vulcanici che le caratterizza, come ben si sa, ospita un vulcano ancora attivo.

Dagli studi condotti da un gruppo di ricerca dell’INGV, l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, pare sia emerso che questo vulcano abbia un canale sotterraneo, che rappresenterebbe un suo percorso preferenziale per la risalita della lava. A questa conclusione si è giunti grazie ad una tecnica di localizzazione precisa dei terremoti che interessano l’area, avvenuti tra il 1993 e il 2010 in un’area comprendente Vulcano, Lipari, Salina e Filicudi. Il lavoro delinerebbe la geometria di diverse strutture sismogenetiche attive, una delle quali orientata NE-SW e profonda 3-8 km, che interessa il settore settentrionale dell’isola di Vulcano. Questa struttura potrebbe rappresentare una via di collegamento tra due zone di stoccaggio magmatico, collocati a 3-5 km e 7.8-13.5 km, precedentemente riconosciuti con diversi studi petrologici e geofisici. Sarebbe questa la via preferenziale di risalita del magma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *