Ambiente: Sapone Magnetico per Combattere le Maree Nere

Sviluppato un sapone “magnetico” capace di attirare a sè le molecole di petrolio riversate negli oceani.

In questi giorni di preoccupazione per un eventuale riversamento di carburante e prodotti inquinanti nel bellissimo mare dell’Isola del Giglio, a causa dell’affondamento della nave da crociera Costa Concordia, arriva la notizia dello sviluppo di un sapone che pare sia capace di ripulire il mare.

La ricerca, condotta dall’Università di Bristol, riguarda l’ottenimento di saponi magnetici dal dissolvimento del ferro in una serie di composti ionici di cloro (Cl) e bromo (Br). L’aggiunta del metallo pare abbia prodotto delle nanostrutture a base di ferro, circondate da particelle di sapone.

Queste molecole, così ottenute, sembra possano controllare e sfruttare le tensioni di un campo magnetico. Il detergente dopo essere sciolto in acqua, raccoglierebbe gli oli e i prodotti inquinanti riversati e poi verrebbe a sua volta rimosso sfruttando le energie delle calamite.

i ricercatori hanno osservato il fenomeno grazie alla tecnica dello scattering dei neutroni, che ha permesso di individuare struttura e comportamento dei materiali a livello atomico e su scala molecolare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *