Decreto liberalizzazioni e energia: i dettagli

Vediamo oggi le principali novità n ambito energetico che il ecreto liberalizzazioni approvato ieri dal Governo Monti.

  • Ci sarà una riduzione del prezzo del gas per i clienti vulnerabili: in questo modo, aggiornano le tariffe per famiglie e pmi, l’Autorità ridurrà gradatamente il riferimento ai prezzi del petrolio analizzando anche i prezzi concorrenziali sui mercati europei del gas, portando ad una important riduzione del costo delle bollette gas;
  • Saranno ridotti i costi di approvvigionamento del gas per le imprese in quanto sarà istituito un nuovo tipo di servizio di stoccaggio che consentirà alle imprese di approvvigionarsi all’estero a prezzi notevolmente ridotti;
  • Nel settore della benzina sarà garantita una maggiore concorrenzialità e dunque minori costi perché saranno possibili molteplici contratti tra gestori e compagnie petrolifere. In particolare i gestori potranno vendere anche prodotti non oil.

 

  • Nel settore elettrico viene aggiornata la disciplina che regola il sistema di energia prodotto dalle fonti rinnovabili, istituendo anche un’apposita “Autorità per le reti”, competente anche in altri settori come autostradale e ferroviario.
  • Separazione Eni-Snam: sarà riattivata la procedura per definire la separazione della rete dal gruppo nella prospettiva di un operatore di rete con proiezione europea che potenzi le capacita’ di trasporto del gas in Italia e verso l’Europa.
  • Previsti vantaggi per i residenti dei territori interessati dagli impianti di estrazione di idrocarburi a valere su una parte delle future entrate fiscali relative.
  • Smantellamento dei siti nucleari dismessi grazie ad una decisa accelerazione delle procedure per smantellare gli impianti e un rafforzamento della sicurezza dei rifiuti nucleari.

 

 

 

1 comment for “Decreto liberalizzazioni e energia: i dettagli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *