Venezia si può salvare pompando acqua

Fonte: adnkronos

Sembra strano ma per salvare Venezia dal problema dell’acqua alta si potrebbe utilizzare proprio il suo nemico: l’acqua! Non è uno scherzo ma è quello che sostengono alcuni ricercatori dell’università di Padova e del Cnr che hanno pubblicato uno studio su Water Resources Research. Secondo il team, guidato da Giuseppe Gambolati, sarebbe sufficiente iniettare 150 milioni di metri cubi d’acqua salata a poco meno di 1000 metri di profondità .

In questo modo si solleverebbe la città di Venezia e la si porterebbe ad un livello maggiore di 30 cm rispetto a quello attuale.

Non è una tecnica completamente sconosciuta in quanto è stata giù utilizzata in California, negli anni 70 a Long Beach per fronteggiare i problemi causati dai prelievi di petrolio che ne causarono la sommersione di un lungo tratto. In queso caso l’acqua fu iniettata in pressione per colmare il vuoto del petrolio e ripristinare il livello del tratto di costa.

Per ora però nel caso di Venezia sono state solo fatte simulazioni al calcolatore, per passare al progetto vero e proprio servirebbero diversi milioni di euro.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *