Spazio: La nebulosa planetaria NGC 6369

 

Questa bella nebulosa planetaria, catalogata come NGC 6369, è stata scoperta nel XVIII secolo dall’astronomo William Herschel utilizzando un telescopio per esplorare la costellazione di Ofiuco. Rotonda e a forma di pianeta, la nebulosa è anche relativamente debole e ha acquisito il soprannome popolare di Nebulosa piccolo fantasma. Le nebulose planetarie non sono affatto legate ai pianeti come si potrebbe capire dal nome, ma vengono invece create alla morte di una stella, quando i suoi strati più esterni si espandono nello spazio, mentre il nucleo si contrae sino a diventare una nana bianca. La stella nana bianca trasformata, vista nel centro della nebulosa, irradia a lunghezze d’onda ultraviolette. Dettagli sorprendentemente complessi e le strutture di NGC 6369 si rivelano in questa immagine composta dai dati del telescopio spaziale Hubble della NASA. La struttura ad anello principale della nebulosa è di circa un anno luce e il bagliore di ossigeno ionizzato, idrogeno e di atomi di azoto sono rispettivamente di colore blu, verde e rosso. Posta ad oltre 2.000 anni luce di distanza, la Nebulosa del piccolo fantasma offre uno scorcio del destino del nostro Sole, che potrebbe produrre uno spettacolo molto simile tra circa 5 miliardi di anni.

Fonte: http://www.meteoweb.eu/2012/01/la-nebulosa-planetaria-piccolo-fantasma-scorcio-del-destino-del-sole/110232/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *