Ambiente: “Criegee biradicali” abbassa la temperatura e riduce i cambiamenti climatici?

“Criegee biradicali” è il nome di una molecola che sembra sia capace di ridurre la temperatura terrestre, mutando sostanze inquinanti come il diossido di azoto (N2O4) e l’anidride solforosa (SO2) in composti capaci di aiutare la formazione di nuvole, che possono proteggere la superficie della Terra dal grande irraggiamento solare cui siamo sottoposti.

Ma sarà vero?

La ricerca, pubblicata su Science e condotta da un team dell’Università britannica di Manchester e Bristol e gli statunitensi del Sandia National Laboratories, pare abbia identificato le proprietà di questa molecola e suppongono che con essa si possa raffreddare l’atmosfera e combattere il surriscaldamento globale.

Ciò grazie ad una sorgente luminosa 100 volte più potente del nostro Sole e scoprendo che questi biradicali ossidano l’anidride solforosa (SO2), mutandola nel raffreddante acido solforico (H2SO4).

Gli scienziati che hanno condotto lo studio sono fiduciosi, certo bisognerebbe considerare anche il fatto che una grande percentuale di questa sostanza nell’aria, possa procurare danni alla salute degli uomini come all’ambiente stesso, in quanto produrrebbe piogge acide e un assottigliamento della fascia protettiva dell’ozono.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *